presS/Tletter

presS/Tletter

Farmacia di Marco Ermentini

Il domani è già cominciato? – di Marco Ermentini

In un periodo così difficile nel quale è sempre più evidente che: il progetto di qualità non interessi più a nessuno (per il codice dei contratti è una seccatura), molte occasioni di concorso si tramutano in gare al ribasso economico, l’invadenza dei partiti negli incarichi è sempre più asfissiante, le solite Accademie ammuffite imperversano, le imprese pigliatutto […]

di Marco Ermentini

Siamo progetti che progettano? – di Marco Ermentini

Il pensiero del nostro tempo è concentrato sul soggetto. Anche l’architettura si è a lungo fondata su questo, ma ora è cambiato tutto. Il digitale ha di fatto abbandonato il soggetto che è divenuto progetto. Non siamo più gettati nel mondo con un destino stabilito ma siamo progetti che progettano. Forse dovremmo osare maggiormente con […]

di Marco Ermentini

Il terrore dell’autenticità? – di Marco Ermentini

Scorrendo le immagini di molte nuove architetture si scopre una caratteristica: l’abolizione della diversità.  Piace solo l’uguale, ciò che è di moda (il verde, il legno, la schermatura, il pergolato, lo smart, l’indifferenza ai luoghi, la sostenibilità….) ma in realtà  si tratta di sfumature dello standard globalizzato. Il tempo in cui c’era l’altro è passato. […]

di Marco Ermentini

Velocità di fuga – di Marco Ermentini

Gli spazi per scollegamenti (anche temporanei) dalla rete (Offlife) saranno il futuro dell’architettura. L’invadenza del digitale che, ormai è chiaro, ha compiuto una variazione sostanziale provocando gravi danni necessità di essere arginata con intelligenti sacche di resistenza. Leonardo Caffo ci suggerisce, nel suo nuovo delizioso libro, la necessaria velocità di fuga per sottrarci dalle sabbie […]

di Marco Ermentini

Ferita – di Marco Ermentini

La ferita in architettura è sempre tenuta nascosta. Non c’è niente da fare: la negatività della ferita nel nostro mondo positivo è una contraddizione, da fastidio, sconcerta. Al contrario, le immagini che scorrono sui nostri schermi sono sempre perfette, lucide, trasparenti, specchiate, pulite, bianche candide, sane, insomma piacciono. Non ci sono ombre né zone nascoste. […]

di Marco Ermentini

La borsa dell’architetto – di Marco Ermentini

Nel nostro immaginario l’architettura s’identifica con i suoi attrezzi che dei sensi sono il prolungamento. Matita, gomma, metro, riga, squadra, compasso, carta…ora sostituiti, spesso spensieratamente, dai loro omologhi digitali. Il digitale deriva da digitus, dito, vuol dire contare. Tuttavia la realtà del mondo non conta ma racconta. Oggi tutto viene reso contabile per essere convertito […]

di Marco Ermentini

Salvare il mondo? – di Marco Ermentini

Salvare il mondo è molto faticoso, non averne cura è molto, molto più facile.Così, dovunque guardiamo ci accorgiamo che la nostra è proprio la società della noncuranza. Lo vediamo nelle città, nell’architettura, nei rapporti fra le persone, nel comportamento tra di noi, nello spreco di risorse. Tutto è costantemente nuovo liscio e rifatto come un’influencer […]

di Marco Ermentini

Dal cappotto alle mutande – di Marco Ermentini

Il settore delle costruzioni era già in crisi profonda dopo la batosta del 2008 e stava cercando di riprendersi quando è comparsa la scure della pandemia, allora i nostri governanti hanno pensato di stimolarlo a partire dallo scorso anno con lo shock dei numerosi bonus. Il risultato è stato il drogaggio spensierato del settore che, […]

di Marco Ermentini

Il segreto della Corrispondenza – di Marco Ermentini

Anghiari è un posto delizioso in val Tiberina con una grande storia alle spalle. In questi giorni il FESTIVAL DELL’AUTOBIOGRAFIA è dedicato al tema: UN PAESE VUOL DIRE NON ESSERE SOLI, comunità in racconto nella valle della memoria. Con approfondimenti sulla dimensione fisica e mentale dei luoghi, esercizi di filosofia, psicoanalisi, estetica, silenzio, letteratura e […]

di Marco Ermentini

Benedetta parola – di Marco Ermentini

Ormai lo sappiamo, si è rotto il patto tra le cose e le parole. La parola non tiene più dietro alla cosa.  Già Platone si lamentava che parlare male oltre che essere una cosa brutta in sé, nuoce anche all’anima. Siamo saturi di presente e spesso impigliati nella grande rete del mondo (web). Dimentichi dei […]

di Marco Ermentini