Articoli con categoria "Cittá della poesia di Davide Vargas"

Il nutrimento dell’architettura [2.26] – di Davide Vargas

La storia di una drammatica differenza sociale viene raccontata in Parasite con il linguaggio degli spazi. I poveri vivono in un seminterrato e hanno una finestra alta che affaccia sul livello della strada, i ricchi hanno una grande vetrata che [...]

11 Dicembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.25] – di Davide Vargas

La signora arriva in cantiere e consegna agli operai una bottiglia di acqua santa. Un bicchiere per ogni impasto del cemento che andrà a realizzare la piastra armata sull’impalcatura di legno degli antichi solai destinati alla nuova funzione di cassaforma [...]

24 Novembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.24] – di Davide Vargas

I racconti di Julio Cortazar ti portano in uno spazio simmetrico, parallelo, sferico, frammentato, speculare, duplicato, parlante. Quando ad esempio si addentra in fondo al tempo per parlare di Anabel si ritrova a parlare di sé stesso come in una [...]

17 Novembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.23] – di Davide Vargas

Ci sono casi in cui la Realtà si percepisce a strati. E ognuno di essi racconta una storia. Mi affaccio dalla cima del campanile della Cattedrale di una città del sud Italia, costruita al limitare di una specie di terrazza [...]

10 Novembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.22] – di Davide Vargas

Metz è il capoluogo della Lorena ed è attraversata dalla Mosella. A poca distanza da tre confini [Germania, Lussemburgo, Belgio] ha una posizione strategica per gli scambi commerciali e un passato turbolento. La cattedrale gotica è una delle più importanti [...]

3 Novembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.21] – di Davide Vargas

Prendo la metropolitana regionale ogni giorno, 50 minuti ad andare e 50 a tornare. Non è un peso, anzi. È un tempo di lettura, di pensiero e di osservazione. Molte costruzioni di frasi dalla mia testa finiscono poi nei racconti [...]

29 Settembre, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.20] – di Davide Vargas

Nella piazza un piccolo chiosco vende fiori. A pianta esagonale come una cassa armonica in miniatura, meno di un metro per lato, una corona di globi circonda il volume sotto l’aggetto della piramide di copertura protetta da una rete sollevata [...]

17 Aprile, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.19] – di Davide Vargas

Ho tirato fuori dagli scaffali un libro dimenticato. “Il labirinto dei sentimenti”, l’ha scritto Tahar Ben Jelloun nel 2004 per tullio pironti editore. È una storia di amore complicata, ma parla sostanzialmente di Napoli. La storia di Gharib e Wahida [...]

31 Marzo, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.18] – di Davide Vargas

Lawrence Ferlinghetti è nato il 24 marzo del 1919, quindi compirà 100 anni. La città di San Francisco ha proclamato per il 24 marzo il “Lawrence Ferlinghetti Day” e i festeggiamenti dureranno un mese con epicentro nella sua libreria City [...]

26 Marzo, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [2.17] – di Davide Vargas

Disegnare volti per me è molto difficile. Jean Cocteau disegna pochi tratti veloci e decisi ma quando si compongono appare sul foglio riconoscibile nel volto un carattere, dice di scomporre la scrittura e ricomporla diversamente. I volti di Fellini sono [...]

17 Marzo, 2019 Cittá della poesia di Davide Vargas