presS/Tletter

presS/Tletter

“Il momento presente del passato. Scritti e progetti di architettura” – recensione di Mario Pisani

“Il momento presente del passato. Scritti e progetti di architettura” – recensione di Mario Pisani

Autore: redazione
pubblicato il 14/03/2023
nella categoria Recensioni Testi

Il libro raccoglie testi e progetti elaborati dall’autore nell’arco dell’ultimo trentennio. L’ottica che è alla base della scrittura ragiona sul rapporto tra antico e nuovo in architettura, con l’obiettivo di tenere insieme la riflessione teorica con l’esperienza progettuale e confrontarsi con le posizioni sviluppate dalle varie discipline. In particolare ragionando sul rapporto del progetto con le preesistenze, sulla valorizzazione delle aree archeologiche, senza trascurare le polemiche sul restauro.

Torricelli si propone di analizzare le architetture d’oggi e quelle del passato tenendo presente la qualità del tempo mentre nel rapporto con le rovine i progetti evidenziano un uso consapevole di quel patrimonio per una reale fruizione basata su una stimolazione polisensoriale. Il tutto all’insegna del motto: «Non per altro si restaura che per apprendervi» nella consapevolezza che i diversi interventi sono condizionati dall’essere inseriti in un contesto più vasto.

L’autore pone alla base del suo operare le considerazioni di Ernesto N. Rogers, quando il direttore di Casabella annota: «conservare o costruire sono momenti di un medesimo atto di coscienza, poiché l’uno e l’altro sono sottoposti ad un medesimo metodo: conservare non ha senso se non è inteso nel significato di attualizzazione del passato e costruire non ha senso se non è inteso come continuazione del processo storico: si tratta di chiarire in noi il senso della storia».

Tale predisposizione si evidenzia nei progetti. Penso ad esempio a quello per Parco Lodi (ora Parco Farina) a Settimo Milanese dove realizza il restauro del giardino patrizio e nuove costruzioni per destinare il tutto a parco pubblico, 1983-87, 2001-04 o per la sistemazione della piazza nella corte di Villa Marazzi, a Cesano Boscone (Mi) con il restauro e la destinazione a sala consiliare delle ex scuderie, 1996-99 e il risanamento conservativo e la parziale riforma interna della villa “Castello di Sem Benelli” a Zoagli (Ge), 1984-86.

A proposito del suo lavoro Torricelli cita T. S. Eliot. Nel saggio Tradizione e talento individuale, il poeta ribadisce l’idea che il passato viene modificato dal presente, il che è ovviamente meno consueto del ritenere che il presente possa trovare la propria guida nel passato: «i monumenti esistenti compongono un ordine ideale che si modifica quando vi sia introdotta una nuova (veramente nuova) opera d’arte. L’ordine esistente è in sé concluso prima che arrivi l’opera nuova; ma dopo che l’opera nuova è comparsa, se l’ordine deve continuare a sussistere, deve tutto essere modificato, magari di pochissimo; contemporaneamente tutti i rapporti, le proporzioni, i valori di ogni opera d’arte trovano un nuovo equilibrio; e questa è la conformità tra l’antico e il nuovo».

In copertina: Angelo Torricelli, Il momento presente del passato. Scritti e progetti di architettura, con scritti di Francesco Collotti e Giuseppe Di Benedetto, Francoangeli editore, Milano 2022 p. 160 con numerose immagini in b. e n. e a colori €. 24,00.