presS/Tletter

presS/Tletter

Disegnare a mano è innamorarsi? – di Marco Ermentini

Disegnare a mano è innamorarsi? – di Marco Ermentini

Autore: Marco Ermentini
pubblicato il 02/06/2022
nella categoria Farmacia di Marco Ermentini

Sembra come la vecchia disputa sugli antichi e i moderni ma, a pensarci bene, contiene un insegnamento prezioso.

Il disegno digitale trasforma i dati in relazioni numeriche. Il medium digitale spezza la relazione magica che lega una cosa dalla sua rappresentazione. Così, si perde la relazione intensa, intima, affettiva con l’oggetto. All’alchimia del mondo analogico sostituisce la matematica. Si tratta di una nuova realtà espansa che non esiste, un informazione priva di una reale corrispondenza con il referente. Autocad fa sparire le cose disegnate.

Al contrario il disegno a  mano è un certificato di presenza, un incontro unico, un racconto  innamorato della realtà. Il disegno a mano è una cosa. Spesso lo conserviamo con attenzione come un oggetto a cui teniamo. La sua semplice materia è esposta al tempo, all’usura. Nasce, si degrada e presto svanirà.

Cerchiamo insieme di impedire che le non cose scaccino le cose: sarà un sincero miglioramento!