Architettura e moda – la cultura come espressione di una identità – di Carlo Gibiino

La cultura come accennato in precedenza è generalmente definita dove c’è un gruppo di persone. La comunicazione di questi gruppi crea le basi per particolari sistemi di valori condivisi da tali gruppi. Il valore porta a determinati ideali, che stabiliscono norme sociali, aspettative e standard più specifici del gruppo. I valori influenzano anche gli standard di vita collettivi o condivisi del gruppo. Questo stile di vita condiviso influenza i modi condivisi di impegnarsi nelle attività e nelle relazioni.
Gli ambienti costruiti sono definiti come organizzazioni di spazio, tempo, significato e comunicazione. L’uso e l’organizzazione di un ambiente fisico in una società e in una cultura sono normalmente basati su valori, norme e significati condivisi tra i membri.  Un gruppo culturale può usare l’ambiente fisico per esprimere alcuni aspetti relativi a questi schemi culturali. Una di queste espressioni è il modo in cui un ambiente costruito riflette l’identità culturale di un gruppo. Posizionare l’identità in relazione a una singola persona può quindi essere descritta come una complessa relazione psicologica che la persona sviluppa con un particolare ambiente fisico. Lo spazio fisico riflette alcuni aspetti della persona.
La moda è sempre stata, dal momento della formazione delle comunità fino ad oggi, un aspetto importante della cultura. Le prime riviste di moda della fine del diciottesimo e diciannovesimo secolo in particolare, così come il primo libro di teoria dei costumi della seconda metà del diciottesimo secolo, vedevano la moda come parte della cultura, insieme a interior design, letteratura e tutte le altre arti.  A metà del diciannovesimo secolo, l’industria della moda è entrata in conflitto tra la produzione di massa e l’alta moda. “La moda è diventata parte dell’industrializzazione e la sua qualità creativa, modellata a mano, ha creato uno status speciale, elitario”.
L’architettura esiste per creare un ambiente fisico in cui vivono le persone, ma l’architettura è più che un semplice ambiente costruito, fa anche parte della nostra cultura. E’ una rappresentazione di noi stessi, di come vediamo il mondo.
Lo stile, (inteso come forma, materiali ecc..) degli edifici è stato originariamente modellato dal clima di un luogo particolare, così come i valori della società che li costruisce. Man mano che il mondo diventa sempre più connesso, gli stili si evolvono, ma anche nelle costruzioni moderne, si dà una certa attenzione all’importanza di onorare le sfumature culturali di un determinato ambiente.

Immagini in sequenza
– Colourful Mixture, Amburgo, Germania: fotografia di Volker Sander.
– Foto per gentile concessione della Indonesia Fashion Week 2017 / NOW! JAKARTA.
– Marocco: La Nuova Stazione Ferroviaria TGV Reinterpreta L’elemento Architettonico Arabo Tradizionale “Mashrabiya” Fotografie: Takuji Shimmura.
– Finlandia: Un Resort Ispirato Al Tema Della Tradizione Locale Una Evoluzione Dell’igloo Fotografie: Timo Laaksonen.

In copertina: La designer indonesiana Anniesa Hasibuan ha presentato una collezione alternativa dell’identità femminile musulmana e gli stereotipi culturali Fotografia di Frazer Harrison.

 

Scrivi un commento