Il giardino di Franca Helg – di Marco Ermentini

Il primo ottobre il comune di Milano ha intitolato un giardino a Franca Helg (1929-1989) in viale Ortles. E’ stata la docente con cui mi sono laureato nel giurassico 1980. Il suo lungo sodalizio professionale con Albini ne testimoniava il metodo di lavoro comune basato sulla sperimentazione silenziosa, paziente e sul rigore del comportamento. Ogni progetto doveva fondarsi sulla coerenza del processo senza fronzoli, senza retorica, nello spirito concreto dell’etica del lavoro artigianale cercando di fare con meno e del “provare e riprovare”: vero manifesto dello studio professionale.  L’importanza della costruzione dei vuoti (devono essere sempre progettati con cura) e il tema delle connessioni, degli incastri fra le cose, assieme alla tenacia e all’ostinazione facevano di questa donna dimenticata un architetto di grande valore. Una persona speciale.

 

Crediti foto: www.fondazionefrancoalbini.com

 

Scrivi un commento