PROGETTO FINALISTA – Young Italian Architects 2020 – SUBSTRATUM

substratum
civico 23

descrizione
Civico 23 è un progetto di riqualificazione di una palazzina situata nella prima periferia di Gubbio, commissionato da una società ai fini di un’operazione immobiliare. L’aspetto dell’edificio, espressione di un’edilizia anni sessanta, è stato rinnovato ripensando il basamento tramite una cortina in mattoni dal disegno contemporaneo, disallineando le aperture attraverso imbotti in ferro diversamente strombati, rifinendo la vetrata della scala con una lamiera stirata e rivestendo la facciavista originaria con un cappotto termico intonacato (una tra le misure adottate per il miglioramento energetico dell’edificio). Il progetto ha previsto la ridistribuzione di tutti gli spazi interni, commerciali e residenziali, e la conversione del sottotetto ad uso abitativo, resa possibile dal rifacimento della copertura ai fini di un adeguamento sismico. Nell’attico si è elaborata un’idea spaziale fluida, articolata intorno ad un camino centrale e arricchita da una terrazza a tasca ex novo.
(substratum)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: substratum
nome progetto: civico 23
luogo: gubbio – pg
progettisti: giorgia castellani, giovanni tamburro, ganesh poggi madarena
collaboratori: giulio valerio mancini, giuliano chiocci – fotografia
consulenti: ing. gianluca bei – strutture, ing. alessandro giusti – impianti
periodo di progettazione: gennaio – giugno 2018
destinazione intervento: residenziale – commerciale
dimensioni opera: 500 mq

note biografiche
substratum (roma).
giorgia castellani (gubbio – pg, 1986), giovanni tamburro (termoli – cb, 1987), ganesh poggi madarena (catanzaro, 1987).

Scrivi un commento