L’influenza dell’arte nella moda e nell’architettura – di Carlo Gibiino

L’arte rappresenta la manifestazione dei sentimenti, e i sentimenti vengono mostrati sotto forma di linee, colori, movimenti, suoni e parole. L’arte esprime emozioni. E’ chiaro come la vita degli esseri umani sia stata sempre influenzata dall’arte nel corso della storia. Tuttavia, non è semplice arrivare a definire il concetto di “arte”, non è soltanto qualcosa formata da colori, suoni e forme, ma ha un’importanza speciale e specifica nella vita di tutti noi.

Non è semplice e non è il contesto giusto per cercare di definire questa “parola”, a cui tanti pensatori hanno dedicato molto del loro tempo; Platone inizialmente sviluppò l’idea dell’arte come “mimesis”, che in greco significa copiatura o imitazione. Per questo motivo, il significato primario dell’arte è stato, per secoli, definito come la rappresentazione o la replica di qualcosa che è bello o significativo. Immanuel Kant, uno dei più influenti tra i primi teorici verso la fine del XVIII secolo, credeva che l’arte non dovesse avere un concetto, ma dovrebbe essere giudicata solo in base alle sue qualità formali perché il contenuto di un’opera d’arte non è di interesse estetico. Frank Lloyd Wright disse che l’arte è la scoperta e lo sviluppo di principi elementari della natura in forme meravigliose adatte all’uso umano.

Quello di cui possiamo essere certi è che l’arte è e sarà sempre un concetto aperto. Sono emerse nuove idee, nuovi movimenti e opere d’arte che si basano sulle esigenze delle persone e della società. Molti architetti trattano l’architettura come se fosse un’opera d’arte. L’architettura affronta le questioni funzionali, l’arte invece è quelli sull’estetica visiva. Essendo l’arte il linguaggio del sentimento e della trasmissione delle emozioni, ha in qualche modo trasferito tutte queste caratteristiche nel campo dell’architettura. Gli architetti con l’aiuto dei loro edifici parlano e condividono delle emozioni. Questi sentimenti nel lavoro di un architetto, vengono trasmessi attraverso l’aiuto di linee, colori e forme.

D’altra parte, gli stessi concetti di arte sono ammissibili nel campo del design della moda; perché, come l’architettura, anche la moda si basa sull’arte e sull’estetica. Lo stesso fashion design può essere considerato arte. È l’arte del design e dell’estetica. Il fashion design come arte, è influenzato dalla cultura ed è uno dei principali sistemi comunicativi non verbali. Gli stilisti, usano le loro opere d’arte come capi di abbigliamento per comunicare qualcosa, trasmettono le sensazioni e le emozioni attraverso i loro disegni. La bellezza della forma, dell’idea e dell’espressione che sono l’obiettivo più alto dell’arte è chiaramente visibile nella moda. Molti designer di moda e di architettura, hanno utilizzato un’opera d’arte come concetto e progettato di conseguenza. Questo tentativo è chiamato “Art Crossing” che il designer usa come idea principale e progetta di conseguenza un indumento o un edificio.

Ad esempio, il dipinto di Mondrian ha rappresentato un concetto ispiratore per Yves Saint Laurent nella progettazione di un abito nella collezione autunno / inverno 1965. O in architettura, ha ispirato Gerrit Rietveld a progettare la Schröder House nel 1924 con gli stessi principi di Mondrian e del movimento De stijl.

In capertina: Piet Mondrian, Yves Saint Laurent e Schröder House

Scrivi un commento