PROGETTARE L’ITALIA > DECENNALE NEWITALIANBLOOD: Conferenza + Mostra > Museo MACRO Roma

PROGETTARE L’ITALIA > DECENNALE NEWITALIANBLOOD

Conferenza + Mostra > Museo MACRO: Roma 2 Marzo 2019

In un momento non facile per l’architettura, il lavoro e la vita in Italia, per il decennale di NewItalianBlood no profit presentiamo un incontro e una mostra – PROGETTARE L’ITALIA – per offrire la parola a chi in genere non ce l’ha. Ripartiamo dall’ascolto dei giovani progettisti, degli innovatori, delle piccole e medie imprese e dei cittadini per condividere e realizzare un futuro migliore.
Sabato 2 Marzo 2019 dalle 11:00 alle 17:30 il punto di vista dei talenti italiani si trasforma in una giornata di dialogo e proposte per l’Architettura e l’Italia, accompagnata da una mostra con i messaggi e gli schizzi inediti dei protagonisti. Un’occasione unica di confronto dove la voce dell’architettura italiana sarà finalmente quella delle nuove generazioni.
Durante la giornata, introdotta da Giorgio De Finis, da Luigi Centola, Massimo Alvisi, Mauro Piantelli e Santo Marra, oltre 100 studi di Architettura e Paesaggio vincitori dei Premi e delle Borse di Studio NIB presenteranno PROPOSTE STRATEGICHE per il Paese. Due le tematiche principali: la prima Politica – inerente legalità, trasparenza, regole, concorsi, giurie, economia, lavoro – e la seconda Tecnica – relativa a sviluppo sostenibile, rigenerazione urbana, comunità, innovazione, competenze, formazione.
A completare il dibattito, la mostra PROGETTARE L’ITALIA, installazione-caleidoscopio allestita in anteprima al Macro, progettato da Odile Decq, con gli schizzi e le proposte dei progettisti premiati durante le 10 edizioni del Premio NIB e da alcuni partecipanti si Master NIB, riportati su preziosi fogli di carta di Amalfi.
La mostra, dopo l’anteprima al Macro, effettuerà un Grand Tour che partirà dalla Stazione Marittima di Salerno, progettata da Zaha Hadid, sede della Scuola di Architettura Strategica e dei MASTER NIB Architettura|Ambiente (VI) e Progettazione|Bim (II).

 

Scrivi un commento