Una lettera al Ministro Bonisoli – di Daniel Screpanti

Ferrara, 18 gennaio 2019

Caro Ministro per i beni e le attività culturali,

Sono proprio io.

Non è vero che le architetture non parlano. Ascoltano molto. Sono taciturne. Ma ogni tanto dicono qualcosa.

Lei mi conosce bene e io vorrei dirle solo poche cose, ma molto chiaramente.

Voglio vivere il tempo che la storia mi ha donato. Voglio viverlo con tutte le sue grandezze e anche le sue innumerevoli meschinità, ansie, fragilità e orpelli, talvolta caduchi e superficiali.

Voglio vivere il nostro tempo a tutti i costi. Anche cedendo qualcosa alle lusinghe del cambiamento.

Non voglio rimanere ostaggio di un mausoleo di diamanti.

L’Italia, pur depressa e troppo incazzata, è ancora altro. C’è vita.

Troppa speranzosa luce nella penombra delle malinconie.

Cordialmente,

Il Palazzo dei Diamanti

Scrivi un commento