presS/Tletter
 

Dal metodo non nasce niente – di Marco Ermentini

Finalmente i recenti disastri l’hanno fatto capire, era proprio sotto i nostri occhi: siamo capitati in un’età di acqua e di aria. Tutto ciò che era duro, rigoroso, rigido, la precisione del pensiero, il metodo rigoroso, le cose stabili e perenni, i solidi monumenti si stanno sciogliendo. Così come ai tempi dei grandi dinosauri agonizzano molte cose del passato: la concentrazione densa e dura significava il potere, il sapere, le fortune, lo stato… 

Michel Serres, con la solita lucidità, ci propone una sintesi poetica di ciò che ci sta accadendo: il dolce smantellerà il duro. Una volta il sapere si divideva o si classificava per continenti, mentre ora si mescola e fluttua come nei mari. Tutto ciò che in città, per strada, in piazza, si disperdeva in edifici e negozi oggi sta raccolto sotto i pollici. L’età dolce progetta un’intesa confluenza dei servizi e delle professioni, e quindi una rifondazione dell’economia e dell’architettura.

Siamo nel pieno del sorgere di un’epoca.

Michel Serres, Il mancino zoppo dal metodo non nasce niente, Bollati Boringhieri, 2016 

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response