presS/Tletter
 

Un posto per tutti – di Marco Ermentini

“ Il dialogo tra epoche differenti porta ricchezza alle città, con stili e evoluzioni storiche miscelati tra loro come ingredienti di una sontuosa zuppa di pesce”: non ho mai letto una metafora più bella. Solo degustando un piatto toscano al delizioso River Caffè gestito dalla moglie Ruthie lungo la sponda sinistra del Tamigi, si comprende la grande influenza che ha la cultura umanistica italiana armonizzata al pragmatismo inglese di Richard Rogers. Il suo nuovo libro che ha come sottotitolo: “Vita, architettura e società giusta” è un resoconto della carriera di architetto impegnato a cercare di far emergere la vita della comunità negli spazi pubblici e privati. Le sue riflessioni sul futuro comportano un serio impegno sulla necessità di una rivoluzione nella formazione e nella professione dell’architetto del XXI secolo. Un libro prezioso.

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response