presS/Tletter
 

Donne in architettura: Maya Lin (1959 –) – di Carlo Gibiino

Maya Lin, foto di Sharon Styer

Maya Ying Lin è una designer, architetta e artista americana nota per le sue opere di scultura e land art. Ha ottenuto il riconoscimento nazionale all’età di 21 anni, mentre ancora studiava all’Università di Yale quando il suo progetto è stato scelto in un cocnorso nazionale per il Vietnam Veterans Memorial a Washington, D.C. È considerato uno dei memoriali più influenti del periodo post-seconda guerra mondiale.

Lin ha lavorato ad altri progetti per memoriali, oltre che per numerosi edifici pubblici e privati, progettazione del paesaggio e scultura. Sebbene le sculture e le opere architettoniche più famose di Lin siano monumenti storici, lavora anche per commemorare la natura attraverso le sue opere a tema ambientale. Nella creazione di opere che si occupano dell’ambiente di svuotamento, Lin mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’ambiente degli spazi urbani.

Sebbene sia principalmente nota come scultrice, Lin ha anche lavorato su diversi progetti architettonici, che sono stati spesso sottolineati per la loro enfasi sulla sostenibilità. Tra le opere di alto profilo in questo ambito figurano la Langston Hughes Library (1999) e il Museum of Chinese in America a New York City (2009). Maya Lin ha anche creato What Is Missing ?, un progetto multimediale, multi-location che si è concentrato sulla consapevolezza della perdita dell’habitat. 

Per il lavoro, Lin è stata insignita della National Medal of Arts nel 2009 e un film sull’artista, Maya Lin: A Strong Clear Vision, ha vinto l’Oscar del 1994 come miglior documentario. Lin è stata membro del consiglio di amministrazione del Consiglio nazionale per la difesa delle risorse e membro della giuria di design del sito del World Trade Center Memorial. Nel 2016, è stata onorata dalla Presidential Medal of Freedom di Barack Obama.

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response