presS/Tletter
 

PROGETTO FINALISTA – Young Italian Architects 2018 – SEMUARCHITECTS

semuarchitects
zarri, experiential beer garden

descrizione
La proposta di riutilizzo vuole trasformare l ‘edificio industriale esistente e il parco circostante in un grande birreria con vari percorsi degustativi e museali al suo interno. Per raggiungere questi obiettivi, le pareti perimetrali dell ‘edificio esistente sono state liberate, permettendo così alla luce naturale di permeare all ‘interno attraverso una seconda pelle traforata. Il viale centrale, evidenziato da un nuovo tetto trasparente ispirato a quello esistete , diventa connessione fisica e visiva tra l’edificio e il parco. All ‘interno la presenza di soppalchi sfrutta l’altezza della struttura mentre definisce i vari spazi dedicati ai servizi. Esternamente lo spazio pubblico si scherma dalle arterie stradali attraverso una barriera acustica mitigata dalle piante del luppolo preservando l’affascinante atmosfera del parco che al suo interno viene arricchito con dei semplici chioschi lanterna sparsi lungo i percorsi che renderanno l’esperienza degustativa unica, durante tutto l ‘anno per gli ospiti della birreria.
(semuarchitects)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: semuarchitects
nome progetto: zarri, experiential beer garden
luogo: bologna
progettisti: annamaria pisani, alexandra catania, claudio zampaglione, federica cadili , giulio gioia, sergio tarquinio, oriana scannella, salvatore spanò, giuseppina laudani.
collaboratori:
consulenti:
periodo di progettazione: 2016 – 2017
destinazione intervento: pubblico ricettiva
dimensioni opera: edificio 500 mq – parco 10000 mq

note biografiche
semuarchitects (catania)
annamaria pisani (catania, 1988), alexandra catania (agrigento, 1988), claudio zampaglione (catania, 1987), federica cadili (catania, 1988), giulio gioia (catania, 1986), sergio tarquinio (catania, 1989), oriana scannella (catania, 1988), salvatore spanò (catania, 1988), giuseppina laudani (catania, 1988).

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response