Young Italian Architects 2018 – LERUON

leruon
scuola secondaria di I grado enrico fermi di torino

descrizione
Il complesso scolastico si relaziona con l ‘urbano attraverso la costruzione di una continuità all ‘interno del quartiere. Nel nuovo impianto viene ripensato il ruolo del confine, rendendo i suoi spazi permeabili e adatti alle esigenze attuali tramite l ‘introduzione di due corpi che ridefiniscono il fronte urbano, rinnovano l ‘immagine attuale della scuola e accompagnano l ‘utente al suo interno, mettendolo in comunicazione con le funzioni pubbliche della scuola. Il tema centrale dell ‘intervento è la riqualificazione della scuola come pretesto per progettare lo spazio pubblico. Le aree verdi interne sono organizzate in una rete che migliora la fruizione dei suoi spazi. Questo sistema ambientale determina un microclima urbano di qualità distinto in tre tipologie:
– una urbana alla quale si accede dalla rampa principale e dal nuovo volume situato in via Baiardi dove si affacciano palestra, biblioteca e l ‘area porticata del bar;
– una non disegnata dove la natura dialoga liberamente con gli spazi costruiti;
– una intima, delimitata dall ‘estensione all ‘aperto della mensa che si relaziona con il giardino attraverso un ‘area coperta.
L ‘obiettivo della ricerca progettuale è quello di aprire la scuola alla città, rendendola un luogo pubblico capace di interagire con la comunità, attraverso la trasformazione delle spazio scolastico da sistema chiuso ad aperto.
(leruon)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: leruon
nome progetto: scuola secondaria di I grado enrico fermi di torino
luogo: torino
progettisti: paolo russo, fabiana ledda, riccardo onnis
collaboratori:
consulenti:
periodo di progettazione: febbraio – marzo 2017
destinazione intervento: comunità del quartiere nizza-millefonti
dimensioni opera: 7507 mq

note biografiche
leruon (torino, italia)
paolo russo (sassari, 1984), fabiana ledda (sassari, 1988), riccardo onnis (sassari, 1990).

Scrivi un commento