Young Italian Architects 2018 – FALSE MIRROR OFFICE

false mirror office
the drillmade

descrizione
Come sviluppare uno spazio che possa conciliare domesticità e produzione nella città contemporanea? La nostra proposta guarda all ‘architettura radicale, alle superfici neutre in cui l ‘essere umano poteva vivere, lavorare e ricrearsi.
Un edificio comunitario in cui le attività umane si combinano per riattivare il metabolismo urbano dell ‘area. Le richieste del bando diventano il pretesto per la creazione di una comunità sperimentale basata sulla simbiosi tra domesticità e produzione.
L’esperimento di Papaverdriehoek combina tre elementi: involucro, superficie e utensili.
L ‘involucro è una “superficie” neutra che copre un volume muto. Tralasciato ogni ragionamento estetico, l ‘involucro massimizza l’illuminazione e garantisce il benessere termico.
La superficie è una piattaforma in grado di garantire tutti i servizi primari: dalla rete elettrica al sistema fognario.
L’utensile, generatore di ambienti artificiali, è in grado di caratterizzare gli ambienti neutrali di cui l ‘edificio si compone. Prodotto localmente e flessibile, l’utensile mette da parte qualsiasi divisione funzionale. Grazie all’utensile, la dimensione domestica e produttiva possono coesistere.
(false mirror office)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: false mirror office
nome progetto: the drillmade
luogo: amsterdam – olanda
progettisti: andrea anselmo, gloria castellini, guya di bella, filippo fanciotti, boris hamzeian, giovanni glorialanza
collaboratori:
consulenti:
periodo di progettazione: giugno 2017
destinazione intervento: residenziale produttivo
dimensioni opera:

note biografiche
false mirror office (genova).
andrea anselmo (imperia, 1988), gloria castellini (genova, 1989), guya di bella (chiavari – ge, 1989), filippo fanciotti (genova, 1988), boris hamzeian (genova, 1989), giovanni glorialanza (chiavari – ge, 1988).

Scrivi un commento