presS/Tletter
 

Donne in architettura. Lin Huiyin – di Carlo Gibiino

Donne in architettura

Le donne hanno sempre dimostrato la loro passione e il loro talento per il design e l’architettura in una professione dominata dagli uomini. ├ê paradossale che persino nel XXI secolo l’architettura possa ancora rappresentare un percorso di carriera impegnativo per le donne, e l’ineguaglianza di genere continua ad essere motivo di preoccupazione. Il ruolo che le donne hanno giocato nell’architettura è stato storicamente trascurato e la rigida struttura della società ha schiacciato i loro contributi tendendo a trascurali. Tuttavia, ci sono donne architette che sfidando i pregiudizi della professione hanno avuto un profondo impatto sull’architettura come la conosciamo oggi. In questa nuova rubrica celebriamo donne il cui impatto nel mondo dell’architettura è incommensurabile. Hanno aperto la strada a generazioni di architetti donne e hanno dato un grande contributo all’architettura internazionale. La lista, ovviamente, non è esaustiva e molti nomi importanti possono essere lasciati fuori, e per ciò me ne scuso profondamente.

Questa rubrica vuole solo essere una piccola finestra su una lunga lista di leggendarie donne in architettura.

  1. Lin Huiyin (1904 o 1955)

Oltre ad essere la prima donna architetto della Cina moderna, Huiyin è stata anche poeta e scrittrice. Lei e suo marito Liang Sicheng, anche lui un architetto di spicco, sono stati i fondatori e i docenti del dipartimento di architettura e della Northwestern University di Shenyang e in seguito ha insegnato alla Tsinghua University di Pechino. Insieme a suo marito, Huiyin fu coinvolta nel lavoro di restauro dei siti del patrimonio culturale della Cina nell’era repubblicana post-imperiale della Cina, tuttavia ricevette poco credito per il suo lavoro.

In un periodo in cui le donne avevano un accesso limitato all’istruzione formale, Lin fu in grado di studiare perche faceva parte di una famiglia benestante. Grazie all’influenza della sua famiglia è stata in grado di viaggiare molto. Ha conseguito lauree sia in Inghilterra che negli Stati Uniti. Lin ha studiato per la prima volta a Londra, dove ha frequentato il St Mary’s College. Fu lì che conobbe il noto poeta cinese Xu Zhimo.

Nel 1924, Lin e Liang Sicheng si iscrissero entrambi all’Università della Pennsylvania, dove lavorò anche come assistente part-time nel dipartimento di architettura. Sebbene entrambi volessero frequentare la Scuola di Architettura, Lin non fu ammessa perche era una donna. Si iscrive quindi alla Scuola di Belle Arti. Successivamente, si iscrisse a lezioni di scenografia presso la Yale University come studente laureato.

Nel 1931 in concomitanza con l’incidente di Mukden, Lin partì per Pechino, dove studiò l’antica architettura cinese. Al suo ritorno, aiutò a fondare il Dipartimento di architettura della Northeastern University a Shenyang, dove insegnò brevemente architettura. Nel frattempo, nel 1928, progettò una stazione ferroviaria a Jilin, uno dei suoi pochi progetti. Per tutto il 1930, Lin e suo marito vivevano a Pechino, vicino a entrambe le loro famiglie e agli amici più stretti.

Nel 1936, Lin Huiyin e suo marito salirono sul tetto del Tempio del Cielo per rilevarne le misurazioni; divenne la prima donna a camminare sul tetto del palazzo dell’imperatore. Nel 1937, scoprì la sala principale del tempio Foguang vicino a Doucun, nello Shanxi. La sala era l’unica struttura in legno della dinastia Tang rimasta dell’epoca.

Mentre l’invasione giapponese incombeva, Lin Huiyin e suo marito dovettero interrompere il loro promettente lavoro di restauro dei siti del patrimonio culturale di Pechino nel 1937 e abbandonare la loro ormai famosa residenza a Pechino per fuggire verso sud insieme al personale e ai materiali del Dipartimento di architettura della Northeastern University; il loro esodo li ha condotti a Tianjin, Kunming e infine Lizhuang nel 1940.

Dopo il 1949, Lin Huiyin divenne professore di architettura alla Tsinghua University. Lin è stata coinvolta nella progettazione della bandiera nazionale cinese, l’emblema nazionale della Repubblica popolare cinese e il Monumento agli eroi del popolo situato in Piazza Tiananmen. Lin ha disegnato i motivi floreali a corona alla base del Monumento agli Eroi del Popolo, ed ha anche preso parte alla pianificazione urbana di Pechino.

Foto:

  1. Lin Huiyin Wikipedia (https://en.wikipedia.org/wiki/Lin_Huiyin#/media/File:Lin_Huiyin_10.jpg)
  2. Lin Huiyin (sinistra), Rabindranath Tagore (centro) and poet Xu Zhimo. (www.chinadaily.com)
  3. Lin Huiyin e suo marito Liang Sicheng (www.chinadaily.com)
  4. Lin Huiyin al lavoro (Women of China)
  5. Lin Huiyin (Women of China)
  6. Monumento agli eroi del popolo, Piazza Tiananmen (wikipedia)

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response