presS/Tletter

presS/Tletter

Il nutrimento dell ‘architettura [50] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell ‘architettura [50] – di Davide Vargas

Autore: Davide Vargas
pubblicato il 1 Novembre 2016
nella categoria Cittá della poesia di Davide Vargas, Parole

Cinquantesimo nutrimento. Un anno e più di messa a punto di un pensiero settimanale prendendo spunto da una lettura, un angolo di paesaggio, un 'architettura, un incontro, una mostra, un dettaglio. Roba così, quasi sempre colta con la coda dell 'occhio. Ma sorprendenti vie di contatto con un 'idea di architettura disponibile alle precisazioni. Come un frutto da coltivare. Mi ricordo una pagina di Van Gogh [vado a memoria], dice che l 'artista va incontro alla natura, osserva, analizza, VEDE i colori che noi neanche noteremmo. I colori sono il midollo segreto e misterioso delle cose. Il messaggio che in filigrana si mostra. La voce che tra i rumori sta parlando. Linguaggi direi. Fino a capire che nella realtà ognuno con i mezzi che possiede ascolta il richiamo che condivide. Ognuno È il proprio linguaggio. Io SONO il mio linguaggio. L 'avvenimento va celebrato. Vado indietro nel tempo. Al 1980. Tiro fuori dal mio [appena ordinato, ad opera di due pazienti tirocinanti] archivio due schizzi. Fanno parte di una ricerca su Gaudì fatta con Riccardo Dalisi. Due disegni a china su carta lucida ingiallita negli anni. I comignoli di Casa Milà. Ognuno ha il suo percorso, le proprie passioni. Ognuno riconosce il punto origine del proprio nutrimento.