presS/Tletter

presS/Tletter

Da Capri a Sperlonga, via Kerubingo  Рdi Eduardo Alamaro

Da Capri a Sperlonga, via Kerubingo  Рdi Eduardo Alamaro

Autore: Eduardo Alamaro
pubblicato il 1 Novembre 2016
nella categoria Parole

Gasp, gulp, splash, una gioiosa secchiata di blu dipinto di blu-sprussia 'nfaccia a Napoli pe-pe-pee ÔǪ per la presentazione del volume: NORD/SUD (Uniti nella Lotta): L'ARCHI-tettura MOD-ernia e il MEDI-terraneo. Mercoledì 26 ottobre, ore 17.30: interessa l'articolo? Si, m 'interessa, ci vado. Da vecchio tordo arrivo però tardi. Come al solito senza solido, solo liquidi. Hanno già parlato due dei tre presentattori. Ma sono in tempo per sentire ciò che dice il terzo uomo, il frizzante col botto Cherubino Gambardella. Alias Kerubingo perche si sa che fa sempre bingo ÔǪ; fa sempre cento e centro ÔǪ; fa sempre Centro anch 'IO!. Splash, gasp, gulp ÔǪ anche questa volta è andata (bene) accussì. ÔǪ altro giro, altra corsa, avanti un altro pro -getto, ÔǪ Una comunicazione skioppet-tante-tante la sua, una presentazione-performance, quella di Kerubingo al Blu Prussia di s/Partenope. Con p-archi riferimenti al testo da presentare (che peraltro & per altri non c 'era in aula, assente per esaurimento scorte, pare sia in ristampa a Trento, nda), ma con esclusivi riferimenti & trasferimenti d 'autore al suo indefesso lavoro di progettista mediterraneo & medio-terraneo intrigante. Tante tante ÔǪ. Una co- co-comunicazione pirata e is-pirata, keru-bingosa doc, la sua ÔǪ co-co-coronata alla fine da una sveltagliata velocissima di slides ÔǪ una mitragliata modello Renzi ta-ta- tta, ÔǪ per una progettazione d 'oggi flash mob, ÔǪ mordi e fuggi ÔǪ prendi i saldi e scappa (se ci riesci, se te li danno senza danno). O la borsa o la vita d 'artista, scegliete ÔǪ Un fuoco d 'artificio e d 'artisfizio d 'autore. Velocissimo, godibilissimo, giocoso, disinvolto, audace ÔǪ. e noi abbiamo goduto audacemente e disinvoltamente 'e PresS/T. Scritto poi alla svelta per Voi, senza rilettura, soddisfatti o rimborsatiÔǪ. Una sveltina semicritica giocosa o dettata dai ritmi di percezione veloce, stressante, imposti da Kerubingo tam-tam, modello bombarolo a chi coglie coglie, coglione! ÔǪ post 'e PresS/T che ti giriamo felici, amico lettore (se ci sei ÔǪ sette e lotto ÔǪ batti un col petto nel mi piace). Col Kerubingo si gode, si migra, si vola, si va in estasi ÔǪ rapidi & rapinati per fascinosi e sor-prendenti percorsi architettonici mediterranei, ed oltre ÔǪ. e Altro e varie ed eventuali. Fino a ÔǪ a ÔǪ ah!? (me lo son dimenticato, appunti illeggibili, troppobbingo, nda)ÔǪ fino a ah!, .. ora ricordo, nel Dappertutto, ÔǪ tranne che per il Mediterraneo crudo e duro d 'oggi. Quello del contagio portato dai Migranti, dagli sfollati spinti dai bombardamenti e dalla fame delle tante guerre (in corso & fuori corso) ad attraversare il mare nostrum e lorum, ÔǪ e di acchiserve .. ÔǪ il Mediterraneo dei barconi dei trafficanti-tanti, della strage infinita dei poveri cristi paganti, ÔǪ dei morti in mare a centinaia, a migliaia (3.700 quest 'anno, fino al momento in cui scrivo, anzi no: 3.703, ne son morti altri tre nel frattempo ÔǪ), portatori sani e musul-mani (e piedi) di semi di speranza nova nova progettuale, ÔǪ di aperture di credito su altre culture mediterranee ÔǪ sotto vuoto spinte e respinte indietro (jatevenne, non vi vogliamo!!??) ÔǪ con la testa sotto il livello dell 'ala mare ÔǪ. .. quel Mediterraneo bollente ch 'è al centro dell'Europa d'oggi o come di ieri, come s 'è detto nel Blu dipinto di blu-Napoli. Dal tempo dei goti e dei visi goti, dei lombardi e dei longobardi, dei vichinghi e dei normanni, ÔǪ: la malia mediterranea è ovunque. Arriva , s 'è detto nel Blu (e io ci credo, nda) fino fino in California, ÔǪ fino fino alle pacifiche coste del Brasile, ÔǪ fino fino in Finlandia ÔǪ alle coste della Brexit, inarrestabile ÔǪ e non la fermano nemmeno le barricate di Goro e gli argini di Gorino, ÔǪ ne i reticolati d 'Ungheria, i muri austriaci e le dogane ripristinate da quelli che incitano a far uscire il peggio: Libera il mostro che c 'è in te, vecchia Europa!!

Ma non è questo il nostro caso, il nostro pane quotidiano d 'architettura. Quello che si presenta al Blu-Napoli è un libro di storia che lambisce il contemporaneo, che è lontano dal temporaneo e dall 'istantaneo & spontaneo a forza della jungla di Calais ÔǪ (Missione eseguita, ha detto il prefetto francese che ha smantellato la jungla ..., ma gli irriducibili pare che siano rimasti o Preferisco la jungla alla civiltà, disse a suo tempo Totò Tarzan .., nda). Nel mondo del blu dipinto di blu di Napoli-Chiaja si può essere per tanto tanto amabili. Si può raccontare un 'avventura progettuale nei tempi migranti come stessimo nel Trecento, quando fuori c 'era la peste e si poteva novellare il Decamerone e ÔǪ e forse il nostro Boccaccio d 'architettura è stato proprio Kerubingo che ÔǪ ÔǪ che ci ha donato la presentazione, in anteprima mondiale (Siete fortunati, siete i primi a vederla, ha detto maliardo e complice), l 'ultimo suo divertissement progettuale. Un gioco pirotecnico senza esclusione di colpi, di gag, di tric trac e bengala, di fitti-fitti e fatti-fatti, di fotti-fotti e botte a muro d 'autore ÔǪ ÔǪ tutto per una villa a Sperlonga che si chiama però surrealisticamente Villa Capri. Un para-dosso senza dosso e molto (mi) para, ÔǪ, un miracolo volante da Capri a Sperlonga realizzato da Cherubino, secondo solo al trasporto angelico della casa della Madonna da Nazareth a Loreto nelle Marche, (posa et ora qui, terremoto d 'Appennino permettendo, nda). Un viaggio, uno spostamento, un invito a (vantaggiose) nozze per Kerubingo, caprese doc. E ' andata proprio così, ci assicura l 'autore, nel suo narrare cordiale nel Blu, divertito quanto maiÔǪ. Il proprietario dell 'immobile, il committente, pare che gli abbia detto (più o meno) quanto segue: Archite-tè, questo remoto rustico bordeline vista-mare di Sperlonga longa-longa voglio che sia trasformato in una villa alla caprese, anzi: in Villa Capri. Una cosa molto stile mediterraneo, molto appariscente e miscredente ÔǪ una bellezza tipica nostrana che faccia tanto Capri chiavi in mano, ÔǪ da vendere subito ÔǪ al russo o al cinese di turno, così me la levo da torno, la villa, tra uso e abuso con col donato. (E a villa condonata d 'autore non si guarda in bocca). Kerubingo non credeva alle sue orecchie: un 'offerta così pareva cucita su di lui, a misura della sua ironia progettuale ben nota. E per-tanto tanti non se lo è fatto (che fato!) dire due volte da cliente ÔǪ; s 'è messo subito al lavoro e ha dato fondo e sfondo a tutte le sue fantasie più audaci ÔǪ; alle sue più sfrenate Capri-ole capresi, tutte comprese. Una cosa immaginifica che manco in quei film di Totò imperatore di Capri si son sognati di fare gli scenografi-archidetti. Una progettazione, la sua, che sta tra lo sberleffo raffinato e ruffiano del Mordilo fuffi e ÔǪ e la sensualità avventurosa salgariana de La tigre di LabuanÔǪ; tra il Profumo Notti d 'Oriente di Sofia Loren e la Lavanda Cannavale di De Sica. ÔǪ; tra la Malapartenope malacaprese & la neo bonapartenopolis di Zoo-morra ÔǪ Insomma, questa villa Capri a Sperlonga s 'annuncia, per quel che s 'è visto ed intravisto in esclusiva Blu sprussia, come un vero capolavoro, nel suo genere volutamente pezzotto integrale et audace. Irrituale, rischioso, coraggioso. Senza censure e cesure. Senza remore, a briglia 'mbroglia Kerubinga sciolta. Come, ad esempio eclatante, le colonne posticce circolari bianche poste in bilico, fuor uscenti da ampi terrazzi panoramici vista-mediterraneo ÔǪ tutte fatte e contraffatte con i tubi pvc delle fecali, da cui fuoriescono -su in cima- fiori e piante rampicanti ÔǪ.; e poi suggestivi interni d 'autore divertito ÔǪ nonche complesse coperture d 'esterni realizzate con geometrie metalliche e giochi di curve e spezzate ... tutte cose felicemente e recentemente sperimentate in arredi e allestimenti scenici per interni di scuole primarie e secondarie. A Matera, a Napoli-Ponticelli (inaugurazione il prossimo 7 novembre) e anche per le coperture di una piazza coperta al recente Expo di Milano, all 'ombra dell 'albero della Cuccagna ÔǪ. Ma non finisce qui. Il Blu di tutte le Prussie di Napoli è, come da tradizione, sia luogo di convegni eccellenti che galleria d 'arte attuale. E così in galleria ho potuto ammirare una selezione di opere struggenti della fu modernità dell 'arte visiva a Napoli-disperata dell 'immediato secondo dopoguerra, 1945 o 52 (Dal Gruppo Sud al Mac, a cura di Mario Pellegrino, catalogo Artstudio Paparo). La Napoli dei minori non accompagnati dell 'arte (De fusco, Mantefusco, Barisani, De stefano, Stranone ÔǪ e tanti altri eroi) ai quali Guido Mannaiuolo, proprietario raffinato del magnifico palazzo a via Filangieri a Napoli, concesse accogliente un asilo, un buco, un rifugio, un ricovero, un povero terraneo ÔǪ, ch 'è stato poi incolpevole incubatore di tutti i Grande-Madre, i Casamadre, i Casamorra, i Casaforte e le Casciaforte che affliggono oggi l 'arte a Napoli, città dell 'arte contemporanea per l 'Eccellenza. Ne riparliamo, qui non c 'è più spazio artigianaleÔǪ. Saluti, Eldorado