Interno 14: Cose che non si vedono di Elena Nonnis

scuola-2-copia

Il giorno 25 ottobre 2016 alle ore 18.30 Interno 14

presenta

“Cose che non si vedono”

di Elena Nonnis

 

Spesso la partecipazione ad una mostra è legata ad un tema, all ‘interpretazione di un luogo, ad un particolare evento. Questa volta Interno 14 offre uno spazio a piacere, senza vincoli tematici. Allora ecco che il soggetto della mostra diventa il lavoro stesso, la lenta costruzione di un linguaggio, il suo percorso, il segno.

Le stanze spoglie, apparentemente senza storia (o con un transito così serrato che rinunciano ad averne una), vestono per qualche giorno i miei panni: tele di lino antico che ospitano segni neri, cuciti o solo disegnati a penna o a matita. Segni di passaggio che frugano nel vuoto fino a trovare lo spazio che li accoglie. E ‘ uno spazio fatto di distanze, una superficie dove tutto è fondo. Sono di più le cose che non si vedono.

Il soggetto è un pretesto: ritratti di famiglia, volti cari o ignoti si confondono, si perdono, ridotti a tracce. Frammenti cuciti emergono dallo spazio bianco, guadagnando la luce dal rovescio della tela. Sono immagini afferrate dalla memoria e subito abbandonate ad altri spazi. Corredi che passano di mano in mano da chissà quale tempo. Poi il segno si converte e a tratti abbandona il retro: in un eterno rovescio il negativo diventa positivo, ridotto all ‘essenza del disegno nudo. Rinuncia a nascondersi, non si protegge, si manifesta, diventa presente. Come un dono. (Elena Nonnis)

Elena Nonnis è nata a Roma nel 1965. Vive e lavora a Roma. Il suo lavoro parte dall ‘incisione e si sviluppa prevalentemente nel segno. Alla fine degli anni novanta il segno diventa cucito e, dal 2008, l ‘artista realizza una serie di installazioni con filo annodato e avvolto intorno ad una sottile anima di ferro. Il filo dunque, usato come segno, assume diverse declinazioni, tutte rigorosamente monocrome. Partecipa a vari progetti site-specific e collabora con associazioni teatrali. Nel 2013 è invitata ad elaborare un intervento e un ‘installazione nell ‘ambito del Convegno Creatività e inconscio, MAXXI, Aula Conferenze, Roma. Tra le principali mostre personali: 2013 Muralla, Sala S. Rita, Roma. 2011 Round About, Studio Arte Fuori Centro Roma o 2010 Snodi 3DarteContemporanea, Viterbo. Tra le mostre collettive: 2014 Doppio Segno, galleria Anna Marra contemporanea, Roma. 2013 Ogni uomo è un ‘isola, Galleria Martano, Torino. 2013 oAppuntamento al buio, Centro Internazionale per l ‘Arte Contemporanea Castello Colonna- CIAC Genazzano Roma, 2013 oUna rosa per un artista, Sala S. Rita, Roma. 2012 PPP una polemica inversa- omaggio a Pier Paolo Pasolini, Roma, Palazzo Incontro. 2012 Livre de poche Mostra collettiva Studio Arte Fuori Centro Roma 2010 oRigorosamente Libri Fondazione Banca del Monte o Foggia. 2009 VI Biennale del Libro di Artista, Cassino (FR); Capolavori D’Arte Contemporanea Museo Vittoriano o Roma. 2008 o Daily Life Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea Castello Colonna/Ciac – Genazzano .

La mostra è visitabile dal 26 ottobre al 5 novembre 2016 su appuntamento: T. +39 3494945612

Cose che non si vedono di Elena Nonnis aderisce a Rome Art Week, la prima settimana dell ‘arte contemporanea a Roma (24/29 ottobre 2016).

L’iniziativa non si prefigge finalità commerciali di alcun genere, ma fa parte delle attività culturali dell’associazione. L’evento sarà strettamente su invito e prenotazione: mandare una mail a uffstampaaiac@presstletter.com

Associazione Italiana di Architettura e Critica
www.architetturaecritica.it

UFFICIO STAMPA AIAC / Roberta Melasecca
uffstampaaiac@presstletter.com / tel. 349 4945612
per info eventi: www.presstletter.com

 

interno-14-e-aiac

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento