CARLO SCARPA. Una [curiosa] lama di luce, un gonfalone d ‘oro, le mani e un viso di donna o di Santo Giunta

1

Santo Giunta
CARLO SCARPA. Una [curiosa] lama di luce, un gonfalone d ‘oro, le mani e un viso di donna
Riflessioni sul processo progettuale per l ‘allestimento di Palazzo Abatellis 1953 o 1954
Marsilio 2016

L ‘organizzazione spaziale di tutta la Galleria Regionale di Palazzo Abatellis è un luogo di mediazioni complesse fra l ‘impegno progettuale scarpiano, il senso di misura e di armonia complessiva e le istanze del curatore Giorgio Vigni.

Il volume, nella sua struttura, cerca di far comprendere il collegamento fra il luogo e il processo progettuale del fare scarpiano, scartando la cronologia dell ‘intervento stesso con riflessioni che riguardano la strategia dei percorsi, e forse svelano un possibile messaggio in codice.

Si tratta di una ricognizione mirata, la cui narrazione è ricomposta anche grazie ad alcuni indizi (rinvenuti durante lo studio della corrispondenza e dei disegni, non sempre conosciuti e pubblicati), che andrebbe letta come un romanzo, dall ‘inizio alla fine, resistendo alla tentazione di saltare all ‘ultimo capitolo per vedere come va a finire.

L ‘autore racconta di ambiti spaziali che, come storie parallele apparentemente disgiunte fino alla fine, tornano ad avvitarsi insieme, e rivela una verità possibile sulla Crocifissione di Sibiu di Antonello, presente alla mostra di Messina del 1953, di cui, lungo il percorso espositivo di Palazzo Abatellis, si ritrova l ‘ipotetico contenitore, il Gonfalone d ‘oro esposto oltre la sala delle Croci.

2

Scrivi un commento