Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in /home/presstle/public_html/wp-content/themes/Presstletter/single.php on line 42

PresS/Tletter n.21 – 2016

[01]EDITORIALI [02]FLASH [03]BLOG

---

[01] EDITORIALI

LPP

I più bravi

Herzog & de Meuron sono sempre i più bravi, i più intelligenti e sofisticati. Ma anche qui a Milano, al di là della scelta del tettuccio da casetta “in Canadà”, emerge il loro punto di debolezza. Essere appunto troppo bravi, troppo intelligenti, troppo sofisticati, come il nostro compagno di classe (tutti ne abbiamo avuto uno) che sapeva sempre rispondere alle domande e non lo beccavi mai impreparato.

 

---

Alessandra Muntoni

Norman Foster vola con i piedi per terra o di Alessandra Muntoni

Al Cersaie di Bologna in corso, Foster si è presentato con queste parole: ┬½Fin da quando, a diciotto anni, sono entrato nella Royal Force, il volo è stato un altro punto di vista da cui osservare il mondo┬╗. A noi italiani ricorda qualcosa, giusto quella aeropittura o quel Manifesto tecnico della letteratura futurista dettato a Marinetti dall ‘elica dell ‘aereo sul quale stava sorvolando Milano. In realtà si tratta di altro. Ne volontà di rivoluzioni distruttive ne prospettive di guerra; invece attenzione per la fragilità della terra, progettazione che procede verso la green architecture, confermata nelle sue ultime opere.

Dopo le complicazioni della sua sfolgorante cupola berlinese, nonche dei suoi sorprendenti ponti sospesi e del suo geoide inclinato costruito a Londra, Foster fa atterrare in un parco di Cupertino-California la circonferenza di uno strepitoso disco perfetto, lucido, apparentemente inaccessibile, che ospiterà la nuova sede Apple.

Assonanze non del tutto imprevedibili: la Sala per concerti di Bernard Tschumi a Rouen, lo stadio di Monaco Allianz Arena di Herzog & De Meuron, forse il Centro residenziale Olivetti a Ivrea di Gabetti e Isola. Stanno tutte nella scelta della forma assoluta e nel valore della superficie avvolgente. Una trasmigrazione della forma foriera di metamorfosi funzionali. Mentre, però, in Tschumi e in Herzog & De Meuron vince la pelle del rivestimento nella sua espressione quasi zoomorfa, in Foster prevale la continuità, l ‘assolutezza della figura e soprattutto una sorprendente vivibilità.

Nella sezione della sede Apple si riscontra una tecnologia che si è trasformata in fruizione dopo una lunga ricerca sperimentale, dovuta anche alla lezione di Buckminster Fuller: viene modellato, quasi naturalmente, un veicolo per le attività umane in stretto rapporto con il verde, senza che vi sia confusione di temi. L ‘organicità non è mimetizzazione nella natura, ma chiaro colloquio tra grandezze diverse, ognuna con la propria identità: materia adatta all ‘uso e sostanza vegetale. In mezzo, l ‘uomo che lavora utilizzando disinvoltamente apparecchiature sofisticate e utili. Rimane la questione di un ‘architettura obbligata a sorprendere.

 

[02] FLASH

 

Finalmente la storia dell’architettura di lpp, che si può leggere su tutte le piattaforme pc e mac, è on line. 1000 pagine con 400 illustrazioni a meno di 3 euro.

http://www.lulu.com/shop/luigi-prestinenza-puglisi/la-storia-dellarchitettura-1905-2008/ebook/product-22869054.html

[03] BLOG

---
Il Segno_Architettura nel tempo - di Antonio Mauro

Il Segno Architettura nel tempo – di Antonio Mauro

Durante Architects meet in Selinunte 2016 (23-25 giugno 2016) organizzato da AIAC Associazione Italiana di Architettura e Critica e presS/Tfactory, Antonio Mauro ha presentato uno spettacolo di luci che, con proiezioni e suoni, ha voluto ripercorrere il viaggio spazio-temporale dell ‘ umanoide-equilibrista- cavatore, partendo dalle Cave di Cusa fino ad arrivare al Parco Archeologico di Selinunte e ai disegni calcografici di ÔǪ

Leggi tutto.

---
L'Archinutile - di Christian De Iuliis

L’Archinutile – di Christian De Iuliis

Dopo la riforma dell ‘università anche l ‘architetto, che prima era solo un architetto e basta, ha aggiunto altre varietà di titoli al suo curriculum. Oggi definirsi semplicemente architetto è tremendamente banale, occorre aggiungerci almeno un aggettivo; per questo vanno per la maggiore gli ambientali, i paesaggisti, gli urbanisti, gli architetti d ‘interni, gli specialisti nel ramo sicurezza, ma anche quelli che preferiscono ÔǪ

Leggi tutto.

---
Interno 14: Upward_architecture exhibition di Studio Sergio Bianchi

Interno 14: Upward architecture exhibition di Studio Sergio Bianchi

Il giorno 30 settembre 2016 alle ore 18.30 Interno 14 presenta Upward_architecture exhibition di Studio Sergio Bianchi La mostra sintetizza l ‘attività di ricerca dello studio di Sergio Bianchi, con particolare riferimento al tema dell ‘abitare il pianeta. La società occidentale, nel processo di realizzazione del proprio habitat procede per negazione del naturale. La prassi è la cementificazione: eliminare la natura selvaggia, ÔǪ

Leggi tutto.

---
Uomini di mondo & dell 'altromondo . - di Eduardo Alamaro

Uomini di mondo & dello altromondo . Рdi Eduardo Alamaro

AAAÔǪ all ‘architetto d ‘arte minore (ma non minorata) può capitare di tutto e di più, anche progettare un ex voto . .., una tradizione sempreviva d ‘arte devozionale dell ‘Italia miracolata e provvidenziale di sempre (col cinquestellone di turno e di ri-torno subito), ÔǪ Nella periferica città di Cuneo n ‘è bella testimonianza una antica raccolta di ex voto, esposta nell ‘apposita sezione museale del ÔǪ

Leggi tutto.

---
Aforismi ristrutturati 963 o 967 o di Diego Lama

Aforismi ristrutturati 963 o 967 o di Diego Lama

963) Senza storia, niente architettura 964) L ‘architetto che conta non sconta 965) Ogni edificio più alto sarà superato dal prossimo 966) Chi sa progettare gli errori è bravo 967) Senza architettura, niente storia

Leggi tutto.

---
Utopie minimaliste - di Marco Ermentini

Utopie minimaliste – di Marco Ermentini

La pioggia mediatica incessante ci martella la testa. Tuttavia è possibile rovistare tra questa spazzatura, sottoporla a raccolta differenziata ed estrarne qualcosa di buono. Forse, abbiamo bisogno di abbandonare gli errori delle grandi utopie del novecento senza rinunciare alle utopie ma solo ai loro errori. Forse, come suggerito da Luigi Zoja, abbiamo bisogno di attivare piccole utopie minimaliste, di un ÔǪ

Leggi tutto.

---
Il nutrimento dell 'architettura [45] - di Davide Vargas

Il nutrimento della architettura [45] – di Davide Vargas

La casa sull ‘albero è un antico sogno. Subito viene in mente il Barone rampante di Calvino ma ho ancora il catalogo del padiglione giapponese alla Biennale di Venezia del 2010. Una scatola di cartone con certe bustine che contengono pezzetti di legno profumato e altre cosette con cui erano state costruite case del tè sugli alberi. Una pensata per ÔǪ

Leggi tutto.

---
#PRESSTLETTER#CRONACHE E STORIA o GIUGNO 1966 - di Arcangelo Di Cesare

#PRESSTLETTER CRONACHE E STORIA o GIUGNO 1966 – di Arcangelo Di Cesare

Comporre presuppone conoscere. Secondo me il grande segreto dell ‘architetto sta appunto in questa frase che prego di ricordare quando si lavora e quando si passa da un lavoro all ‘altro.: Così scriveva Adalberto Libera, straordinario Architetto, che nella sua carriera è riuscito a realizzare più di un capolavoro. In questa cronaca mi soffermerò su un progetto meno noto, quello di una ÔǪ

Leggi tutto.

---
Parole rubate
---
Stam story

Stam story

Stam story (1) Un recente articolo di AR solleva l’interesse per Mart Stam, bravissimo architetto dimenticato. Ecco sette motivi per occuparci di lui nei prossimi post: 1) lavorò al progetto della fabrica Van Nelle ma il suo ruolo è stato sottovalutato, se non taciuto; 2) a 28 anni rifiutò di diventare il direttore del programma di architettura della Bauhaus; 3) ÔǪ

Leggi tutto.

---
Progetto Centenario Roma Marittima 1916 o 2016 o Atti del Convegno

Progetto Centenario Roma Marittima 1916 o 2016 o Atti del Convegno

Dal 25 al 29 Novembre 2015 si è svolto a Roma, Ostia il Progetto Centenario Roma Marittima 1916 o 2016 organizzato da AIAC Associazione Italiana di Architettura e Critica e PresS/Tfactory, in collaborazione con l ‘Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia, in omaggio all ‘Associazione Artistica Cultori Architettura di Roma. Venerdì 27 Novembre la giornata è stata ÔǪ

Leggi tutto.

---
SINDROME POSTMODERNA - di Alessandro e Leonardo Matassoni

SINDROME POSTMODERNA – di Alessandro e Leonardo Matassoni

cercare un orizzonte Una mappa del mondo che non comprende il paese dell ‘Utopia è indegna anche di un solo sguardo, perche ignora il solo paese al quale l ‘Umanità approda continuamente. E quando l ‘Umanità vi getta le ancore, sta in vedetta, e scorgendo un paese migliore, di nuovo fa vela. Il progresso non è altro che avvalersi delle utopie. Oscar Wilde ÔǪ

Leggi tutto.

In redazione: LPP, Anna Baldini, Edoardo Alamaro, Marta Atzemi, Furio Barzon, Diego Barbarelli, Valentina Buzzone, Diego Caramma, Francesca Capobianco, Christian De Iuliis, Luigi Catenacci, Marcello del Campo, Arcangelo Di Cesare, Marco Ermentini, Claudia Ferrauto, Claudia Ferrini, Elisabetta Fragalà, Francesca Gattello, Diego Lama, Massimo Locci, Rosella Longavita, Zaira Magliozzi, Antonella Marino, Alessandro e Leonardo Matassoni, Roberta Melasecca, Alessandra Muntoni, Giulia Mura, Ilenia Pizzico, Filippo Puleo, Marco Maria Sambo, Roberto Sommatino, Graziella Trovato, Antonio Tursi, Monica Zerboni.

seguici su:

> per inviare mail alla redazione usare: l.prestinenza@gmail.com

>la rubrica LETTERE si è trasferita su fb: www.facebook.com/groups/presstletter

Scrivi un commento