Young Italian Architects 2016 – [A+M]2 ARCHITECTS

[a+m]2 architects
mok

[A+M]2 Architects_3

 

descrizione
Raggiungerò la cima. Conquisterò la vista sulla città di Chandigarh. Sarò ad un passo dall ‘infinito del Cosmo e della Natura ma comunque legato a ciò che è umano. ‘Cosa dovrebbe essere un museo? ‘ mi chiedo. E ‘ un luogo sacro che ci ispira con i suoi contenuti. Cosa dunque può essere meglio di un ‘intera città progettata alla scala umana, ponendo in contatto queste misure minute con la grandiosità di Natura, Terra e Cosmo? Proprio laddove qualcosa manca del piano originale di Le Corbusier, un nuovo volume si staglia come una lama. Alto e sottile ma comunque massivo ci connette con ciò che esisteva prima di noi: a memoria di cosa è stato fatto nel passato e di esempio per quello che può essere fatto nel futuro.
Tutto diviene parte del nuovo Museo della Conoscenza: ciò che viene concepito oggi, necessariamente deriva da quello che si trova già là o da quello che avrebbe dovuto esserci.
Scendendo lascerò le mie riflessioni dietro di me, cercando nuove fonti di ispirazione.
Raggiungerò un giardino segreto. Tutto è regolare ma, proprio grazie a questa uniformità, attraversarlo può essere davvero sorprendente. Un portico circonda e racchiude il giardino, ospitando, nel suo svolgersi, gli spazi necessari all ‘attività museale. Tutto è completamente libero: gli uomini, come il vento, possono percorrere liberamente lo spazio. Ancora una volta, l ‘artificio è legato alla misura umana ma, volgendo il capo all ‘insù, si può scorgere l ‘apertura ad una dimensione incommensurabile.
([a+m]2 architects)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: [a+m]2 architects
nome progetto: mok – museum of knowledge
luogo: chandigarh – india
progettisti: marcello galiotto, alessandra rampazzo
collaboratori: tea capoia, francesco coser, mauro gardin, natalie donat-cattin, mattia chinellato, nicolò conte, martina vivan
consulenti:
periodo di progettazione: settembre 2015
destinazione intervento: centro culturale
dimensioni opera: grande

note biografiche
[a+m]2 architects (venezia).
marcello galiotto (arzignano – vi, 1986), alessandra rampazzo (mirano – vi, 1986).

Scrivi un commento