ROMA GLOBAL SERVICE JAM

GSJlogorettangolare

LA GLOBAL SERVICE JAM A ROMA!

Ti sei mai trovato a lamentarti di un servizio?

Hai mai provato la frustrazione di una pessima esperienza d’uso? Hai immaginato come avresti voluto intervenire per migliorarla?

Se la risposta è si, partecipare a ÔǬ#ÔÇÄGlobalServiceJam è la soluzione. Dal 26 al 28 febbraio, infatti, persone dal mondo del design, dei servizi e della customer experience si incontrano in un evento – la Global Service Jam – che si svolge contemporaneamente in oltre 100 città nel mondo in più di 40 paesi diversi.

Quest’anno, Global Service Jam arriva anche a Roma.

L ‘Italia è il paese dei servizi. La nostra economia o come quella di molti dei paesi con i quali intratteniamo relazioni economiche importanti o è fondata sempre più ampiamente sui servizi. Un ripensamento di come sono erogati è ormai imprescindibile. Il Service Design è sicuramente una delle risposte possibili.

Il Service Design è un metodo per creare o migliorare i servizi. Si tratta di un metodo interdisciplinare che o proprio come il design di prodotto o si avvale del design thinking, un approccio basato sulla creatività e la partecipazione delle persone.

Il Service Design aiuta la progettazione di servizi o o la riprogettazione di quelli esistenti – mettendo le persone al centro.

A differenza di quanto avviene solitamente, con il Service Design non si tira a indovinare cosa gli utenti desiderino ma si cerca di capirlo e di realizzarlo attraverso tecniche partecipative, che vedono la co-creazione dei servizi proprio insieme ai loro utenti.

I servizi progettati in questo modo sono così più semplici e intuitivi, e rispondono meglio alle esigenze e alle motivazioni dei clienti e degli utenti.

Molti servizi non funzionano o funzionano male per il semplice fatto che non sono pensati a misura di persona: nella loro progettazione hanno prevalso altri obiettivi come l ‘urgenza, le logiche di organizzazione interna, gli equilibri economici o motivazioni politiche.

La Global Service Jam è l ‘occasione giusta per apprendere i principi base di Service Design: 48 ore ad alta intensità e creatività nelle quali i partecipanti condivideranno idee, temi e competenze e, guidati da esperti facilitatori, arriveranno a progettare idee uniche o a ridisegnare quelle esistenti. Impareranno che insieme è possibile costruire qualcosa che da soli sarebbe stato impossibile realizzare.

SCARICA LA LOCANDINA

COS ‘E ‘ UNA JAM

Come accade per le jam session musicali o nelle quali musicisti diversi si trovano e improvvisano, dando spesso vita a pezzi meravigliosi – una service jam è l ‘occasione in cui persone con background ed esperienze differenti si incontrano per metterle a fattor comune. In questo caso, la sfida offerta dalla Global Service Jam: progettare nuovi servizi.

COME FUNZIONA

Le jam sono eventi nei quali i partecipanti – organizzati in piccoli team e guidati da “facilitatori” – lavorano su un tema assegnato per sviluppare nuovi servizi o ripensare quelli esistenti.

Nella Global Service Jam Roma i partecipanti utilizzeranno metodi e strumenti propri del Service Design e del Design Thinking per trovare soluzioni innovative e sviluppare nuovi servizi. Nelle 48 ore della jam si lavorerà sulla visione, sul concept e poi sul prototipo di nuovi servizi. Si imparerà ad affrontare i problemi e le esigenze in modo non convenzionale e si apprenderanno nuovi metodologie e nuovi strumenti che potranno poi essere applicati nel proprio lavoro, o anche nello sviluppo di idee di business (startup).

DOVE SI SVOLGE

Global Service Jam ROMA si terrà nel cuore pulsante di Roma, nella zona del Pigneto, una delle zone a più alto tasso di creatività della città. La location scelta è FAMO COSE Makerspace & Coworking, in Via Caltanissetta 26.

Web: http://www.famocose.it/

CHI PUO’ PARTECIPARE

Tutti: è una jam di nome e di fatto! Designer, artisti, un maker, studenti, imprenditori, esperti o appassionati di comunicazione e marketing, o anche cittadini curiosi e appassionati.

Per tutti, Global Service Jam ROMA è l ‘evento da non perdere. E’ divertente e offre l’occasione di conoscere tantissime persone che lavorano, o sono comunque interessate, nello sviluppo di servizi.

La partecipazione ha un costo di 30 euro a persona per l ‘intera sessione.

N.B. Global Service Jam ROMA è un evento no-profit: la quota di partecipazione serve a coprire i costi dei materiali di lavoro e gli snack (e anche la birra!)

IL PROGRAMMA

– venerdi 26 febbraio 18:00 – 21:30 presentazione della jam e del tema di quest’anno
– sabato 27 febbraio 09:00 – 20:00 concept, sviluppo, validazione dei progetti (e cena, per chi vuole!)
– domenica 28 febbraio 09:00 – 17.30 ultime rifiniture, consegna e presentazione dei progetti

PROPRIETA ‘ INTELLETTUALE

I progetti appartengono al team che li ha prodotti.

Tutti i progetti saranno comunque caricati nella piattaforma della Global Service Jam in licenza Creative Commons. Tutte le informazioni sono disponibili nella sezione “Rules for Intellectual Property” a questa pagina: http://planet.globalservicejam.org/content/tell-me-what-are-rules

ORGANIZING TEAM

Service Design W

Un team di 4 professioniste con background diversi:

  • Marzia Aricò Rotterdam (Livework Studio)
  • Flaminia del Conte Londra (Livewerk Studio)
  • Barbara Marcotulli Roma (Free lance consultant)
  • Silvia Minenti Roma (Free lance consultant)

MENTOR

I mentor o professionisti del service design, del business, della comunicazione, della formazione o affiancheranno i team di partecipanti per facilitarne il processo creativo.

Sono stati scelti tra gli esponenti più interessanti del loro dominio di appartenenza; sono italiani e stranieri, e lavorano sia in Italia che all ‘estero. L ‘estrema eterogeneità di competenze, culture, specializzazioni è in perfetta linea con il format della jam e una ricchezza per tutti i partecipanti, che avranno modo di esplorare e sperimentare direttamente approcci diversi alla creatività.

Sono:

  • Paola Santoro Roma (LUISS, Lego Serious Play)
  • Marco Lorenzi Milano(Logotel, TrentoRISE, Fondazione San Raffaele)
  • Daniele Iori Roma (LoraEtLabora, FabLab Frosinone)
  • Ivanel Perez Bolivar Barcellona (Dreamkers)

GUEST SPEAKER

Il programma della jam prevede anche l ‘intervento di un guest speaker, che presenti un tema o un progetto particolarmente ispirante per i partecipanti.
A Global Service Jam Roma il guest speaker è Stefano Bonelli, di DeepBlue

Linkedin: https://it.linkedin.com/in/stefanobonelli

Twitter: @Smilzomail

INFO & CONTATTI

WEB Gsjroma.wix.com/globalservicejamroma – http://planet.globalservicejam.org/
FB http://ow.ly/XNBWV
TW #GSJRome

Barbara Marcotulli barbara.marcotulli@gmail.com
Silvia Minenti silviaminenti@yahoo.it

Scrivi un commento