presS/Tletter

presS/Tletter

#PRESSTLETTER#CRONACHE E STORIA o GIUGNO 1964 – di Arcangelo Di Cesare

#PRESSTLETTER#CRONACHE E STORIA o GIUGNO 1964 – di Arcangelo Di Cesare

Autore: Arcangelo Di Cesare
pubblicato il 19 Luglio 2014
nella categoria Cronache e storie di Arcangelo Di Cesare, Senza categoria

L 'occasione è la realizzazione dell 'Art & Architecture Building a Yale nel New Haven. Il pretesto è la creazione dell 'area universitaria all 'interno della città. Il risultato sarà il debutto all 'insegnamento dell 'autore dell 'opera: Paul Rudolph. L 'architetto è classificabile, senza dubbio, tra i grandi maestri del periodo post-bellico; formato alla scuola di Walter Gropius, da cui apprese le teorie del funzionalismo europeo, se ne distaccò immediatamente con una ricerca espressiva più organica e plastica in contrapposizione con i concetti puristici dell 'International Style. Con la costruzione della scuola di architettura, Rudolph diede l 'inizio alla seconda fase della sua carriera, quella dell 'insegnamento: cercò di mettere in pratica le sue idee liberali caratterizzate dalla mancanza di un canone assoluto. La formazione avveniva attraverso una pluralità d 'idee, anche personali e contraddittorie, che permettevano agli allievi una crescita pura. Ben presto capì che non era tagliato per il mondo dell 'insegnamento e recise ogni rapporto. Raccontava: Nelle nostre scuole si discetta all 'infinito di luogo, di funzione, di materiali, di spazio, di scala etc. senza mai sperimentarli, senza afferrarli, senza viverne i messaggi e senza dialoghi prolifici. Tutti i fatti reali vengono metaforizzati, si astrae e si traspone a livello verbale quanto invece dovremmo toccare, avvolgere, comprimere, dilatare, plasmare e manipolare. Per questo un senso di asfissia si diffonde nelle aule delle nostre scuole. Riflette lo stato asfittico delle menti e della fantasia. In questo modo l 'alunno asfittico diventa noioso e la noia è purtroppo un fenomeno contagiosoÔǪÔǪ..