Ultime news

Quarto Meeting Internazionale Architects meet in Selinunte_OFF: Sicily 3.0 o MESSINA di Renato Arrigo

messana

ARCHITECTS MEET IN SELINUNTE o OFF 27-28-29 Giugno 2014

Cosa vuol dire OFF? OFF è tutto ciò che sta al di fuori dei circuiti convenzionali. Che definisce nuove prospettive.

OFF è Sicily 3.0_Dieci mostre per la Sicilia del prossimo futuro.

In cinque luoghi d’eccezione, affacciate sul Sistema delle Piazze di Castelvetrano, dieci mostre propongono visioni delle città del passato e del presente: inaugurazione venerdì 27 Giugno 2014 ore 18:30.

 

MESSINA di RENATO ARRIGO presso la Collegiata di Maria è una delle 10 mostre di Sicily 3.0.

Un’installazione architettonica in due ambienti adiacenti, separati tra loro ma uniti da un unico segno grafico che per terra scandisce lo scorrere del tempo, dal terremoto del 1908 ad oggi.

Primo ambiente: ME╬ú╬úANA, città fondata dai Greci nel 756 a.C.

All’ingresso un violinista accoglie i viandanti, su una stuoia di petali disseminati per terra, intonando le noti struggenti dello Stabat Mater di Vivaldi. Dentro un’atmosfera buia e luttuosa; boati del terremoto e parole sussurrate tra candele, incensi e fiori. 350 lapidi funerarie rivestono un’intera parete, tra epitaffi e luci fioche di lumini devoti, rappresentando, nelle loro portafotografie, immagini di una Messina architettonicamente rivisitata. Su un’altra parete un video reinterpreta centinaia fotovisioni cittadine di una Messina architettonicamente rivisitata ed idealizzata con fotomontaggi.

Secondo ambiente: MESSINA, città fondata da te nel 2014 d.C.

Un’atmosfera sognante e costruttiva dove il viandante può liberamente modificare, grazie ad un apposito software, gli edifici messinesi proiettati a parete, con proposte architettoniche alternative, prese a prestito da iconografie architettoniche di maestri internazionali. Specifici effetti video, su una base sonora espressamente composta, accompagnano le possibili variazioni edilizie solleticando libere ri-composizioni architettoniche. Alla fine, le possibili stampe cartacee di una Messina personalmente ricomposta, sempre diverse in funzione dell’utilizzatore di turno, consentono di attribuire di volta in volta, all’insaputa del fruitore, pagelle architettoniche personalizzate, seguendo i parametri architettonici presi a prestito dai più grandi maestri internazionali ed incoraggiando, i meno audaci, ad una migliore esplorazione dell’architettura contemporanea.

 

Progetto ed installazione: Renato Arrigo www.renatoarrigo.com

Progetto informatico: ing. Nathalie Morey

Video: Alessandra Brancatelli

Violinista: Maria Trombino di Impronte musicali (Tp)

Sonorità: Oriana Celesti

Scrivi un commento