Young Italian Architects 2014 – PLANAIRSTUDIO

planairstudio
open bricks house

descrizione
La ristrutturazione di un edificio residenziale in zona agricola in Toscana, diventa l ‘occasione per riflettere sul tema del costruire contemporaneo all ‘interno di luoghi fortemente segnati dalla tradizione. I vincoli comunali, tra cui l’obbligo di usare il laterizio, hanno richiesto una ricerca all ‘interno delle forme e dei materiali della tradizione.
La tecnica di posa dei mattoni chiamata ‘mandolato’, in cui una trama di pieni e vuoti smaterializza la parete in laterizio senza l’uso di sottostrutture, viene ripresa dagli antichi fienili costruiti nella campagna circostante
L ‘edificio è composto da 4 appartamenti; ognuno è costituito dall’alternanza di spazi più privati e domestici, rivestiti in legno, e ambienti aperti e legati al paesaggio naturale circostante, con finiture in resina.
La divisione spaziale non deriva da tabelle funzionali: gli spazi si differenziano per finiture e grado di protezione e di silenzio e apertura al paesaggio per garantire la massima flessibilità d’uso.
(planairstudio)

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

crediti
nome studio: planairstudio
nome progetto: open bricks house
luogo: ponte buggianese – pt
progettisti: cesare loriano galligani
collaboratori: arch. michael schmidt, arch. danilo monzani, arch. daniela serini, ing. mauro atzeni, murat bilen
consulenti: progettazione impiantistica e strutturale: domus ingegneria (ingegneri associati ducci monti); coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e assistente alla direzione lavori: studio tecnico pietro neri
periodo di progettazione: 2010-2013
destinazione intervento: residenziale
dimensioni opera: 335 mq

note biografiche
planairstudio (milano).
cesare loriano galligani (milano, 1980).

Scrivi un commento