Progetto Fori Imperiali – di Alessandra Muntoni

2 FORI IMPERIALI prima dello sventramento

Da più di trent’anni Raffaele Panella studia la questione dell’area archeologica centrale di Roma. Nel suo ultimo libro Roma la città dei Fori / Rome the city of Forums, Prospettive 2013, è raccolto un sentire collettivo maturato dall’incontro tra archeologi, docenti e ricercatori, architetti, urbanisti e tecnologi, ex Sindaci ed ex Assessori, tutti proiettati verso un obiettivo: passare dalla fase della conoscenza storica a quella del progetto e delineare una trasformazione della nostra città che faccia percepire e comprendere la complessa stratificazione delle tante Rome dell’antico ai cittadini del mondo di oggi.

Il 7 aprile scorso questa importante ricerca è stata presentata nel severo Odeion della Facoltà di Lettere della Sapienza, con interventi di Rettori, Presidi e Direttori di Dipartimenti del nostro Ateneo. Ci si poteva aspettare una discussione paludata e retorica. Ne è emersa invece una disamina appassionata e la convergenza verso un nuovo modello di città, capace di sintetizzare nelle dinamiche urbane intenzioni culturali ed esigenze del contemporaneo, fluidità dei traffici viari e riconquista della bellezza concreta e pervasiva di Roma.

Eugenio La Rocca ha ricordato i progetti di Fuksas legati alla Commissione Stato-Comune del 2008, Panella ha posto invece l’accento sulla qualità della materia e sui valori tattili sprigionati dai frammenti scavati giorno per giorno, che ancora ci insegnano a capire il fascino della costruzione e dello spazio architettonico.

Il Sindaco Ignazio Marino ha iniziato il suo mandato riproponendo con vigore la questione della pedonalizzazione Fori Imperiali. Oggi un imponente repertorio di indagini e di progetti di alta qualità, dalla quale potrebbe scaturire un formidabile risultato, è a sua disposizione.

1 R.PANELLA Fori Imperiali

Scrivi un commento