presS/Tletter
 

Per i tuoi progetti basta in click – di Marco Ermentini

Basta in Click

Da oggi tutto è più facile per sistemare le case italiane: basta un click e potrai ricevere a casa un architetto precario che risolverà all’istante tutti i problemi di edilizia. Hai una perdita dal tetto, l’umidità ti preoccupa, serve una nuova cameretta, vuoi risparmiare nel riscaldamento? Scopri l’offerta speciale e scegli il tuo professionista preferito a un prezzo da saldo:

L’architetto cappotto: è in grado di avvolgere la tua casetta da un caldo e comodo trench in grado di isolare termicamente l’edificio con pochi soldi e grandi benefici! Il soggetto è pericoloso solo quando di sera si aggira nei parchi pubblici.

L’architetto pendolare: si reca negli orari di lavoro sul posto e ingaggia altri pendolari per effettuare le riparazioni necessarie per la manutenzione della casa, il rientro avviene sempre alle 17 con i mezzi pubblici.

L’architetto di giornata: all’alba si reca nella piazza del paese e recluta gli architetti disoccupati, poi con un furgone li porta in cantiere dove avviene la prestazione professionale. Al tramonto ripassa a prendere i poveretti e consegnando loro pochi spiccioli li riporta nella piazza.

L’architetto call center: mentre sta lavorando alla tua casa è sempre distratto con telefonate varie, per arrotondare ha un contratto precario con una compagnia telefonica ed è costretto a chiamare almeno 100 clienti al giorno. La sua tariffa oraria e irrisoria ma non si garantisce la concentrazione.

L’architetto rasante: si reca in cantiere presto, vestito di bianco e provvede alla rasatura degli intonaci con lo strofinamento della sua persona direttamente sulle superfici murarie. I soggetti in sovrappeso sono i più graditi.

Affrettati, l’offerta scade tra poco!

Ti piace questo articolo? Condividilo!

1 Commento

  1. Maurizio Milan 25/04/2014 at 10:54

    Ma ti riposi qualche volta?
    Se ti serve posso consigliarti un amico molto impegnato nella ricerca farmacologica e terapeutica che ti potrebbe dare un buon consiglio.
    Devi fornire prima i dati della linea vita!

Leave A Response