EURegeneration – di Massimo Locci

eur

Il sito AWR-award (Architecture Workshop Roma), che organizza concorsi internazionali di architettura, interior e industrial design, ridisegno urbano, è noto per l ‘originalità dei temi che propone, per l ‘ampia partecipazione di giovani (cui essi sono rivolti) e per la qualità delle proposte che arrivano. Tra gli altri: Life Saving o strutture per l ‘emergenza; Hof Horizzontal – ambiti agricoli a New Delhi; Vertical Farming – architettura e natura a Londra; Mobilicity – Stazione multimodale a Tirana; Tianjin International Airpor; LIBO – vivere nel quartiere Borneo tra terra e acqua; Natural city a Berlino.

Caratteristiche delle consultazioni sono la dimensione multidisciplinare e il confronto aperto tra progettisti di varie generazioni e provenienze. I bandi sono liberi e non convenzionali, con poche regole finalizzate a ricevere proposte innovative e soluzioni sperimentali, modalità di partecipazione e iscrizione agili (tutto on-line), giurie qualificate che valutano in tempi brevi.

Più che progetti si richiedono screening di architettura/ingegneria, efficaci ed essenziali, per affrontare problemi complessi e con approcci di ricerca multiculturali e multidisciplinari.

Fermamente convinti che la partecipazione ai concorsi aumenta l ‘esperienza, amplia le capacità metodologiche, consente di confrontarsi con altri progettisti e di ottenerne un efficace feedback, il sito AWR incoraggia a mostrare liberamente le idee, stimolando anche ipotesi ‘visionarie, ‘e a valorizzare il proprio talento.

I giovani designer sono la nostra più grande risorsa per la ricerca futura, con un enorme potenziale da esprimere, ma che hanno poco spazio per farlo. AWR offre questo spazio. L ‘obiettivo è anche creare una rete di relazioni internazionali e di potenziali collaborazioni tra giovani progettisti (aperto anche agli studenti) interessati ad affrontare le sfide urbane del futuro e la dimensione della complessità in Architettura.

Quest ‘anno AWR, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura di Ferrara, il portale Instaura e Urban Transcript, si interessa dell ‘Italia e propone una consultazione sul quartiere EUR a Roma (EURegeneration).

La vicenda dell ‘esposizione del ’42 inizia negli anni trenta del secolo scorso e, per le note vicende, rappresenta emblematicamente la divaricazione tra modernisti e conservatori, tra Razionalisti e Novecentisti; in sintesi tra chi voleva un intervento sperimentale e chi proponeva una via italiana per la nuova urbanistica, memore dei fasti imperiali e in linea con la politica mussoliniana d ‘espansione di Roma verso il mare.

Per alcuni studiosi l ‘EUR è un importante capitolo della storia dell ‘architettura moderna, seppure con i suoi esiti negativi, in quanto ha rappresentato uno dei primi tentativi di costruzione di città moderna. Per altri l ‘esclusione di Pagano dal gruppo di lavoro è stato un tradimento dell ‘idea urbanistica iniziale, sviluppata con Piccinato e Vietti, che si ispirava alle città satelliti anglosassoni immerse nel verde e proponeva una logica fortemente anti-monumentale.

Gli interventi del dopoguerra, dalle Olimpiadi fino alla Nuvola di Fuksas, ne hanno fortemente mitigato gli effetti trionfalistici originari, speriamo che con il concorso promosso da AWR arrivino proposte capaci di confermare questo indirizzo e dare senso contemporaneo a un contesto dalle valenze espressive e funzionali quantomeno ambigue.

 

Scrivi un commento