#PRESSTLETTER#CRONACHE E STORIA o OTTOBRE 1963 (parte seconda) – di Arcangelo Di Cesare

ottobre2 bis

La seconda opera è la mensa per gli impiegati della Pirelli alla Bicocca di Milano.

Minoletti riuscì a soddisfare il complicato programma funzionale (1600 persone che dovevano pranzare in due turni di 40 minuti con un intervallo di solo 10 minuti) qualificando lo spazio attraverso pregnanti preoccupazioni psicologiche verso i fruitori della mensa.

Costruì un grande ambiente da 800 posti e lo coprì con una capriata in ferro invertita, in modo che il profilo sagomato della copertura orientasse lo spazio verso l ‘altezza massima della parte vetrata. Quest ‘ultima, rivolta in favore della luce naturale e di un fondale verde cinto da un muro, diventava una scenografia che, oltre a nascondere la vista della fabbrica qualificava lo spazio interno.

Nella bella stagione la parte bassa dell ‘infisso, azionata elettronicamente, poteva scomparire verso il basso creando la piacevole condizione di mangiare all ‘aperto a contatto con l ‘esterno.

L ‘ingresso alla sala, invece, avveniva attraverso un ‘avvincente sequenza spaziale che ne preparava la scoperta; l ‘improvvisa visione dell ‘enorme sala avveniva, dopo aver girato di 90 gradi intorno ad un grande setto nero, il drappo scenico, che fungeva da atrio.

Questa architettura testimonia le peculiari doti di questo professionista, sempre disponibile a dare risposte unitarie ai problemi culturali e tecnologici di una società in pieno progresso.

La sua opera ha attraversato e, silenziosamente segnato, quell ‘età dell ‘oro dell ‘architettura Italiana che ancora oggi è oggetto di studi e ricerche.

Ad occhi attenti di studiosi e architetti queste opere offrono ancora oggi una dote preziosa e infinita di stimoli; il motivo di quest ‘attenzione lo dobbiamo ricondurre ad un modo di concepire il mestiere di architetto negli anni 60, figure in grado di conciliare professione e ricerca, facendo emergere magnificamente la questione dello stileÔǪ..Questa architettura è stata demolita nel 1998ÔǪÔǪ

 

Scrivi un commento