presS/Tletter
 

Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. I vincitori – di Francesca Gattello

Ieri si sono tenute presso la Triennale di Milano la premiazione per la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2012 e l’inaugurazione della mostra sui progetti selezionati che resterà aperta dal 17 Ottobre al 18 Novembre 2012.

La giuria composta da Ennio Brion, Cecilia Bolognesi, Ole Bouman, Alberto Farlenga, Massimiliano Fuksas, Fulvio Ierace e Luca Molinari ha assegnato all’unanimità la Medaglia d’Oro a Vincenzo Latina per il Padiglione di accesso agli scavi dell’Artemision di Siracusa “per la sua capacità di intervento su resti di edifici antichi per rigenerarli, così da restituire vita a una memoria che sarebbe destinata a finire. Nella scelta di questo progetto si vuole testimoniare la grande capacità dell ‘architettura italiana di intervenire usando le risorse a disposizione nonostante le difficoltà del contesto. Il progetto racconta una storia: è la storia italiana. ├ê in questo modo che l ‘architettura moderna e contemporanea intervenendo nella storia ne diviene parte”.

Interessante il riferimento e l’ispirazione di Latina ad un passato in cui costruire sui resti e coi resti degli edifici antichi era una comune pratica di rigenerazione, in contrasto con il terrore che ha caratterizzato negli ultimi settant’anni gli interventi di ristrutturazione e restauro in Italia. La trasformazione come chiave di volta per affrontare un’eredità archittettonia stratificata e quindi difficile da gestire per i vincoli che pone. Il padiglione intende inoltre ripristinare la continuità dei fronti di piazza Minerva, su cui affaccia, e mettere in comunicazione visiva lo scavo con la colonna d’angolo del Tempio di Atena, resa visibile da un taglio verticale aperto nel muro. La scelta di evidenziare e rendere esclusivo alla percezione visuale l’elemento colonna preclude però la concreta definizione di un dialogo efficace tra interno ed esterno, dove il visitatore sarà costretto ad osservare una porzione di spazio imposta dal progettista, e tra l’esterno verso l’interno, in quanto il fronte del padiglione offre una percezione del contenuto impervia, come se si dovesse spiare dal buco di una serratura.

Oltre alla Medaglia d’Oro alla Carriera 2012, assegnata a Gae Aulenti, a Maria Giuseppina Grasso Cannizzo e a Vittorio Gregotti, sono stati premiati:

Premio Speciale all’Opera Prima ESTUDIO BAROZZI VIEGA – Sede del Consiglio Regolatore della D.O.C. “Ribera del Duero”, Burgos, Spagna, 2011;

Premio Speciale Committenza (privata) GEZA – GRI E ZUCCHI ARCHITETTI ASSOCIATI – Sede Direzionale e Produttiva PRATIC F.lli Orioli SpA, Fagagna, Udine, Italia, 2011;

Premio Speciale Committenza (pubblica) C+S ASSOCIATI – LCV. Law Court Venice, Venezia, Italia, 2011;

Premio Speciale Legno ABDARCHITETTI – BOTTICINI – DE APPOLONIA & ASSOCIATI – Residenze sperimentali a Selvino, Selvino, Bergamo, Italia, 2010;

Nuovi Edifici PIUARCH – Bentini Headquarters, Faenza, Ravenna, Italia, 2011;

Parchi e Giardini – GUALTIERO OBERTI E ATTILIO STOCCHI – Lumen, Lumezzane, Brescia, Italia, 2011;

Infrastrutture SCAGNOL MATTEO, ATTIA SANDY – MODUS ARCHITETTI – Circonvallazione di Bressanone e di Varna, Bressanone, Bolzano, Italia, 2011;

Riconversione e Restauro MICHELE DE LUCCHI – Fondazione Cini. Biblioteca di Storia dell’arte e restauro della Manica Lunga, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia, Italia, 2009;

Architettura ed Emergenza STUDIO TAMASSOCIATI – Container Medical Compound for Salam Centre, Emergency Ngo, Soba, Khartom, Sudan, Africa, 2009;

Architettura, Progettazione e Futuro LABORATORIO PERMANENTE – La Conquista dell’Orizzonte, 2012.

Particolarmente interessanti i progetti di ESTUDIO BAROZZI VIEGA, Sede del Consiglio Regolatore della D.O.C. “Ribera del Duero”, Burgos, Spagna, 2011; ES ARCH, Microrifugio Alpino, Madesimo, SO, Italia, 2010; FIDONE EMANUELE E MESSINA BRUNO, Recupero del Complesso Conventuale di Santa Maria del Gesù, Modica, RG, Italia, 2011; MARIA GIUSEPPINA GRASSO CANNIZZO, Torre di Controllo, Marina di Ragusa, RG, Italia, 2008-2009; TESTA STEFANO, GENTILCORE LUCA, Nuova Capanna Gervasutti, Courmayeur, AO, 2011.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response