Young Italian Architects 2012 – CALA’

marcello calà
upanaru

descrizione
La struttura è composta da un piano ponte reticolare, realizzata con la stessa tecnologia a basso costo dei ponteggi. L’impalcatura del ponteggio verniciata di nero alla base fa apparire l ‘edificio sospeso tra gli alberi, dai trafori ci si sente circondati dalla natura mentre un certo numero di luci proiettate nel cielo danno l’idea di una costruzione strallata dalla luna.
L ‘involucro è realizzato in cantiere utilizzando tavole di legno a sandwich coibentate all ‘interno con la canapa. Le fasce rimanenti sono vetrate con policarbonato colorato a nido d’ape. La forma è libera e permette di realizzare aggregati in diverse forme. Pensato in risposta al problema dell ‘attesa e del gioco di figli e parenti dei detenuti è un sistema si autocostruzione che permetta la trasformazione temporanea di luoghi che non lascia tracce e permette di fornire servizi pubblici. E ‘ inoltre un giocattolo colorato costituito da uno spazio interno libero destinato alla fruizione dei bambini e in tal senso immaginato come luogo di incontro sociale genitori e figli, un luogo destinato a trasformare i momenti di incontro tra le famiglie nelle carceri e in genere in aree degradate delle città in luoghi di gioco.
(marcello calà)

 

scarica la scheda n.01 del progetto
scarica la scheda n.02 del progetto

 

crediti
nome studio: marcello calà
nome progetto: upanaru
luogo: palermo
progettisti: marcello calà
periodo di progettazione: maggio 2012
destinazione intervento: servizi pubblici
dimensioni opera: 180 mq x 100.000 Ôé¼

 

note biografiche
marcello calà (san cataldo – cl, 1980) ha lo studio a san cataldo (cl).

Scrivi un commento