Angelo Mangiarotti

2 luglio 2012 o ├ê mancato Angelo Mangiarotti, uno dei grandi maestri del design italiano. Dopo essersi laureato al Politecnico di Milano nel 1948, città in cui era nato nel 1921, Mangiarotti si trasferisce negli Stati Uniti dove conosce e frequenta grandi architetti come Frank Lloyd Wright, Walter Gropius, Mies van der Rohe e Konrad Wachsmann. Nel 1955 torna in Italia e apre uno studio a Milano con Bruno Morassuti fino al 1960. Nel 1989 nasce il Mangiarotti & Associates Office con sede a Tokyo. All ‘attività professionale affianca, per tutto il corso della sua vita, una intensa attività didattica insegnando in prestigiose Università, in Italia e all ‘estero. Tra i numerosi e importanti riconoscimenti ottenuti ricordiamo il Compasso d ‘oro ADI alla carriera nel 1994, il più antico e il più autorevole premio mondiale di design.

Nel suo libro In nome dell ‘architettura, pubblicato nel 1987, sono racchiusi i fondamenti teorici della sua attività progettuale che spazia dall ‘architettura all ‘industrial design, dall ‘urbanistica fino alla sperimentazione delle costruzioni prefabbricate. La sua ricerca sulla funzione e sulla forma si traduce nella elaborazione e produzione di oggetti ormai famosi in tutto il mondo che rappresentano la Storia del design, come gli orologi della serie Secticon del 1960; o la sedia IN del 1969 per Zanotta; i vasi di vetro e le ciotole in marmo per Knoll, realizzati tra il 1969 e gli anni ’70. E tanto altro, dalla lampada Lesbo per Artemide al tavolo “T-table” per Baleri Italia; dagli arredi in legno per Cassina alle posate Mepra, dalla semplicità del posacenere “Barbados” per Danese alla complessità spaziale delle lampade “Giogali” per Vistosi. E così via: una ricerca plastica durata una vita, quella di Mangiarotti, nel tentativo ospesso riuscitoo di unire il significato profondo degli oggetti con le esigenze dell ‘uomo e dell ‘ambiente. Una vita per il design, dunque, passata a creare nuove forme e nuovi significati che continueranno a far parte della nostra vita. (Marco Maria Sambo)

 

www.studiomangiarotti.com

 

1 Comment

  1. Architettura Matassoni 03/07/2012 at 07:56

    … Il tavolo di marmo di Mangiarotti!…………… Un esempio di idea sublimata fino alla sua essenza !

Scrivi un commento