Warning: getimagesize(): Filename cannot be empty in /home/presstle/public_html/wp-content/themes/Presstletter/single.php on line 42

di Luigi Prestinenza Puglisi


Rothschild Bank Headquarters, London, OMA

Credo che i due  lavori recentemente inaugurati da Koolhaas in Gran Bretagna – la Rothschild Bank a Londra e il Maggie’s Centre a Glasgow- ci mostrino due cose.

La prima è che, dopo il Museo di Sanaa a New York e il museo di Herzog & de Meuron al Vitra,  gli architetti di tendenza si sono messi a progettare edifici che nascono dall’accostamento o dall’intersenzione di figure elementari. Segno che i blob non vanno più e che gli studi più attenti al corso delle mode stanno definitivamente abbandonato le deformazioni del parametrico e le poetiche del caos, dello scavo, del gesto magniloquente.

La seconda è che i progettisti stanno riconsiderando il contesto producendo opere che preferiscono dialogare piuttosto che contrapporsi alla città. Possiamo anzi ipotizzare che stia venendo fuori un nuovo contestualismo per evitare l’effetto Tokyo o Dubai, cioè l’urbano inteso come sommatoria di appariscenti icone che gareggiano per attrarre l’attenzione. L’occhio, insomma, pretende un po’ di pace e all’estetica troppo da solisti del sublime preferisce quella più corale e continua del pittoresco, anche se, come nel caso della Rothschild Bank, servita in salsa modernista e non neoromantica. (lpp)

Scrivi un commento