presS/Tletter
 

Per essere dei critici , sembrerebbe banale ricordarlo, bisogna criticare, cioè muoversi nel campo dei giudizi di valore. Descrivere, come fanno oggi molte riviste di architettura, non basta.

Inoltre la scrittura critica deve essere specifica. Non c ‘è niente di più insopportabile di quei brani che svicolano dall ‘argomento assegnato, trattando di altro. Se devo parlare di un edificio devo far capire , proprio a partire da come è fatto, se è interessante o meno e per quale motivo.

Molti o sia chi legge che chi scrive- confondono le posizioni critiche con i giudizi sulla persona. E ‘ un errore da evitare anche se particolarmente frequente perche chi crea si proietta tanto nell ‘opera da non riuscire a distinguerla da se stesso. Zevi addirittura affermava che per essere grandi architetti occorre essere grandi uomini. Nella mia esperienza, devo però dire che ho incontrato anche grandi uomini che sono mediocri architetti e grandi architetti che sono pessimi uomini.

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leave A Response